Notizie confortanti sul fronte dei vaccini anti-Covid: in particolare del vaccino Pfizer. Una terza dose del vaccino anti-Covid di Pfizer/BioNTech induce «titoli di anticorpi neutralizzanti contro la variante Delta» di Sars-CoV-2 «che sono più di 5 volte superiori nelle persone più giovani e oltre 11 volte maggiori nelle persone anziane, rispetto a 2 dosi». Lo sottolinea Pfizer, nell’annunciare i dati finanziari relativi al secondo trimestre 2021. Il gruppo Usa e il suo partner tedesco prevedono di «pubblicare dati più definitivi sull’analisi» degli studi in corso sulla cosiddetta dose ‘booster’, che andrebbe somministrata dopo almeno 6 mesi dal termine del primo ciclo vaccinale. «Tutti i dati – assicurano – saranno condivisi con» le agenzie regolatorie americana ed europea «Fda ed Ema, e altre autorità regolatorie nelle prossime settimane».

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.