8 C
Napoli
sabato, Dicembre 4, 2021
- Pubblicità -

De Luca contro i no-Green Pass: “Pagatevi il tampone, il vaccino è gratis”


Oggi il Presidente della Regione Campania ha tenuto la consueta diretta Facebook. Vincenzo De Luca ha affrontato i temi dell’emergenza covid e dell’entrata in vigore della certificazione vaccinale. “In Campania l’80% degli over 12 è vaccinato con la seconda dose.  Il primo obiettivo è uscire definitivamente dall’epidemia: non vogliamo chiudere più le scuole, dove non ci sono focolai, né le attività economiche. Un anno fa prendevamo provvedimenti per chiudere le attività commerciali, furono settimane pesanti di grande preoccupazioni. Restano aperte grazie alle vaccinazioni. Siamo ad un passo dal superamento dell’epidemia covid a patto che i no-vax e i no-green pass producano una nuova stagione del contagio. Dopo 80 milioni di somministrazioni di vaccino non è successo niente. La libertà di diffondere il virus non è concessa: i non vaccinati presentano sintomatologie 10 volte superiori al momento del contagio. Perché deve pagare lo Stato il tampone se ti offre l’opportunità di vaccinarti gratuitamente? I tuoi sfizi e le fisime te le paghi. Noi abbiamo sospeso 17 dipendenti dell’Asl Napoli 1.“, dichiara De Luca.

Come devono avvenire i controlli sul green pass dei lavoratori nel settore pubblico e in quello privato?

Ogni amministrazione/azienda è autonoma nell’organizzare i controlli, nel rispetto delle normative sulla privacy e delle linee guida emanate con il dPCM 12 ottobre 2021. I datori di lavoro definiscono le modalità operative per l’organizzazione delle verifiche, anche a campione, prevedendo prioritariamente, ove possibile, che tali controlli siano effettuati al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro, e individuano con atto formale i soggetti incaricati dell’accertamento delle violazioni degli obblighi di cui ai commi 1 e 2. È opportuno utilizzare modalità di accertamento che non determinino ritardi o code all’ingresso.

Nelle pubbliche amministrazioni, laddove l’accertamento non avvenga al momento dell’accesso al luogo di lavoro, esso dovrà avvenire su base giornaliera, prioritariamente nella fascia antimeridiana della giornata lavorativa, potrà essere generalizzato o a campione, purché in misura non inferiore al 20% del personale presente in servizio e con un criterio di rotazione che assicuri, nel tempo, il controllo su tutto il personale dipendente.

L’APP VERIFICA C19

Oltre all’app “VerificaC19”, saranno rese disponibili per i datori di lavoro, pubblici e privati, specifiche funzionalità che consentono una verifica quotidiana e automatizzata del possesso delle certificazioni.

Tali verifiche potranno avvenire attraverso: l’integrazione del sistema di lettura e verifica del QR code del certificato verde nei sistemi di controllo agli accessi fisici, inclusi quelli di rilevazione delle presenze, o della temperatura.

Gli enti pubblici aderenti alla Piattaforma NoiPA, realizzata dal Ministero dell’economia e delle finanze, l’interazione asincrona tra la stessa e la Piattaforma nazionale-DGC. Per i datori di lavoro con più di 50 dipendenti, sia privati che pubblici non aderenti a NoiPA, l’interazione asincrona tra il Portale istituzionale INPS e la Piattaforma nazionale-DGC.

Per le amministrazioni pubbliche con almeno 1.000 dipendenti, anche con uffici di servizio dislocati in più sedi fisiche, una interoperabilità applicativa, in modalità asincrona, tra i sistemi informativi di gestione del personale del, e la Piattaforma nazionale-DGC.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

É un dentista l’uomo che voleva vaccinarsi con il braccio di silicone, la protesi comprata online

Guido Russo, 57 anni, dentista che si era presentato col braccio in silicone per ottenere il Green pass senza vaccinarsi, non nascondeva certamente le...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria