CALVIZZANO, UNA COLOMBA PER LA SOLIDARIETA’
Cinquecento giovani al tradizionale raduno interparrochiale

<b>CALVIZZANO</b>. Il corteo in piazza S. Pietro


CALVIZZANO. Grande successo per la manifestazione della solidarietà finalizzata alla memoria delle vittime dello Tsu-Nami e delle tante vittime (talvolta anche innocenti) della guerriglia tra i clan camorristici che sta imperversando nell’hinterland partenopeo. Circa 500 i ragazzi giunti a Calvizzano dalle varie parrocchie della zona per prendere parte all’iniziativa. Il corteo ha attraversato le principali vie del paese e, tra preghiere e canti, è giunto nell’area antistante la scuola media in via Aldo Moro. Lì, un palco opportunamente allestito attendeva la folla. Ancora i balli organizzati dai ragazzi delle varie azioni cattoliche hanno regalato minuti di sano intrattenimento nell’attesa di liberare in aria la colomba bianca, emblema universale di pace. Subito dopo, i bambini rappresentanti delle varie parrocchie, hanno letto al microfono le loro preghiere di solidarietà prima di inserirle nell’urna legata a un piccolo pallone aerostatico, liberato in cielo carico di speranze e buoni auspici per il futuro. A chiudere l’evento i saluti del presidente dell’azione cattolica di Calvizzano Giuseppe Silvestri e del vicesindaco Salvatore De Rosa.