20 C
Napoli
venerdì, Maggio 20, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

TENTA DI INCASSARE UN ASSEGNO RUBATO: 44ENNE DI GIUGLIANO PRESA IN TRASFERTA


Gli agenti della Squadra Volante della Questura di Pescara hanno eseguito il fermo di indiziato di delitto nei confronti di Wanda Teti, 44 anni, di Giugliano accusata di ricettazione, concorso in falsità materiale commessa dal privato, sostituzione di persona, tentata truffa, false attestazioni sulla propria identità personale. Dal posto di Polizia di Montesilvano, gli agenti sono intervenuti nella locale agenzia della Banca Nazionale del Lavoro dove era stato segnalato un tentativo di truffa da parte di una donna la quale, esibendo carta di identità e patente rilasciati in provincia di Potenza, chiedeva di incassare un assegno non trasferibile erogato dall’Inps, risultato valido. L’impiegato, tuttavia, essendo a conoscenza di un recente tentativo di truffa analogo, si è rifiutato di cambiare l’assegno. La donna è quindi uscita frettolosamente dalla banca per presentarsi, poco dopo, in un’altra agenzia della Bnl e tentare di nuovo l’operazione. Per fuggire, però, questa volta ha abbandonato tutti i documenti in banca. Grazie alla descrizione degli impiegati è stata poi rintracciata poco più tardi. Nel corso dei controlli immediatamente successivi gli agenti hanno accertato che l’assegno risultava rubato e che i documenti, anche questi rubati, erano stati contraffatti. Una volta fermata, la donna ha prima fornito false generalità, poi ha detto di chiamarsi Wanda Teti. Al termine delle formalità è stata rinchiusa nella sezione femminile del carcere di Teramo, a disposizione della magistratura.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Attività eruttiva dell’Etna, scatta l’allerta gialla

Attività eruttiva dell'Etna, scatta l'allerta gialla. Dalle valutazioni emerse durante la riunione del 20 maggio 2022 con i Centri...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria