Vacanza finisce in tragedia, Alisa muore a 12 anni davanti ai genitori: è stata risucchiata dalla pompa in piscina

Una bimba di 12 anni è morta davanti ai genitori mentre trascorreva la giornata in piscina. La vittima è Alisa Adamova, 12 anni, di Sanpietroburgo in Russia. La bambina è rimasta bloccata in acqua per 15 minuti mentre nuotava nella piscina di un Hotel in Turchia dove la famiglia si era recata per le vacanze. Il padre, accortosi che la figlia era stata risucchiata, ha tentato di soccorrerla, purtroppo senza successo.

La piccola è rimasta bloccata in un dispositivo di pompaggio. Il padre, quando si è accorto dell’assenza della figlia, ha chiesto supporto ai soccorsi e gli altri turisti hanno tentato di aiutarlo. La 12enne però è deceduto sotto gli occhi della madre e del padre prima che il dispositivo venisse bloccato. L’ambulanza giunta sul posto ha anche rianimato la bambina, morta però in ospedale dopo 11 giorni.

Ora la famiglia, come riporta il Sun, chiede che i responsabili vengano puniti. I bagnanti, infatti, rendono noto che il bagnino era assente e che non sapeva come interrompere il funzionamento del dispositivo.