21.9 C
Napoli
domenica, Giugno 23, 2024
PUBBLICITÀ

Aumenti record per il parcheggio della stazione dell’alta velocità di Afragola: “Sosta giornaliera da 4 a 7 euro”

PUBBLICITÀ

“E’ assurdo aumentare da 4 a 7 euro il costo per lasciare l’auto nel parcheggio della stazione dell’alta velocità di Afragola, soprattutto in un periodo come quello che stiamo vivendo con le famiglie alle prese con un’inflazione che non era così alta da anni”.

Lo hanno detto il parlamentare di Alleanza Verdi- Sinistra, Francesco Emilio Borrelli, il consigliere comunale di Afragola, Antonio Iazzetta ed il rappresentante territoriale di Europa Verde Salvatore Iavarone, precisando che “a partire dal prossimo 1 novembre cambieranno tutte le tariffe con aumenti che, in alcuni casi, sfiorano il 100%, come nel caso della sosta giornaliera, passata da 4 a 7 euro, ma anche della tariffa oraria che passa da 80 centesimi a 1,50 euro”.

PUBBLICITÀ

Aumento delle tariffe per lasciare l’auto nel parcheggio della TAV di Afragola, diverse segnalazioni da parte dei cittadini

Diversi sono i cittadini che si sono rivali al deputato Borrelli per lanciare l’allarme. Ecco una delle segnalazioni:

“Le scrivo per renderla partecipe della situazione poco carina a cui stanno per andare incontro i tanti pendolari che ogni mattina partono da Napoli ed arrivano a Roma per lavorare ed assicurare una vita dignitosa a sé stessi ed alle loro famiglie. Dal 1 novembre il parcheggio della stazione di Afragola, gestito da Metropark, costerà non 4€ al giorno ma ben 7€. Ossia un aumento di quasi il 100%. Aumento del tutto ingiustificato considerato che la qualità del servizio resterà la stessa. Inoltre, è doveroso sottolineare che tale azienda si trova in una situazione di monopolio considerato che non esistono alternative valide per i pendolari considerato che la stazione di Afragola non è raggiungibile né con bus né con linee ferroviarie.”

“Aumenti considerevoli anche per gli abbonamenti, sia per quelli sottoscritti avendo anche un abbonamento ferroviario che per quelli accessibili a tutti, indipendentemente dall’abbonamento del treno, con aumenti insostenibili per chi ogni giorno va alla stazione per prendere il treno e raggiungere Roma per lavoro”, hanno aggiunto Borrelli, Iazzetta e Iavarone per i quali “invece di ridurre i rischi derivanti dai continui allagamenti del sottopassaggio che bisogna percorrere per raggiungere la stazione e aumentare i collegamenti su gomma si aumentano i costi del parcheggio che, tra l’altro, è del tutto insufficiente”.

Di seguito, il nuovo tariffario in vigore dal prossimo 1 novembre:

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Trema la camorra dell’area nord, c’è un nuovo pentito

Un personaggio di grossa caratura criminale. Un pezzo da novanta del suo gruppo da sempre particolarmente ‘attivo’ nel settore...

Nella stessa categoria