Inchiesta su quanto accaduto all'Ospedale del Mare
Inchiesta su quanto accaduto all'Ospedale del Mare

Doppio esposto su quando avvenuto stamattina all’ospedale del mare a Ponticelli. Da una parte la direzione dell’ “Ospedale del Mare” ha reso noto che presenterà una denuncia sull’ accaduto.  Un gruppo di giovani è entrato urlando nell’ “Ospedale del Mare” di Napoli dopo la morte del loro nonno, ricoverato nella struttura.
L’ irruzione è stata mostrata in un video postato dagli stessi giovani su Internet. Anche questi ultimi hanno presentato un esposto per chiedere accertamenti sulle cause della morte, il giudice ha sequestrato la salma e disposto l’autopsia.

Il video incriminato all’ospedale del Mare

Nelle immagini, si vede il gruppo attraversare un corridoi dell’ ospedale, che si trova a Ponticelli, a periferia Est di Napoli , gridando che l”anziano “stava bene” e chiedendo di poter incontrare il primario.
Il video mostra anche altri parenti dell’ anziano morto che piangono e sferrano calci alle porte dell’ospedale.
Non vi sono stati, tuttavia, danni alla struttura nè aggressioni al personale sanitario.

Le accuse del consigliere Borrelli

Secondo il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli: “L’assalto era stato premeditato”, dichiara il politicoche poi prende di mira Giuseppe Mauro, un cantante neomelodico che ha partecipato alla protesta: “Lui è avvezzo, da quanto si vede dai propri profili social, ad inneggiare la criminalità e che porta tatuato sulla schiena un Al Pacino in versione Scarface, ha preannunciato ciò che sarebbe accaduto all’interno dell’ospedale se le cose si fossero messe male”.  “La vicenda diventa più grave ed agghiacciante col passare del tempo. Ora sappiamo che addirittura si trattava di qualcosa di premeditato e non dettato dalla furia cieca del momento drammatico. Chiediamo che contro questi individui siano presi seri provvedimenti, ci aspettiamo pene aspre. Questo episodio racconta la situazione generale che si vive troppo spesso all’ interno degli ospedali e dei pronto soccorso, divenuti valvola di sfogo dei violenti e dei delinquenti. Non ci stancheremo mai di chiederlo: servono presidi fissi di forze dell’ordine all’interno degli ospedali, il personale medico ed i cittadini vanno protetti dai criminali”, queste le parole di Borrelli.

IL VIDEO GIRATO ALL’OSPEDALE DEL MARE

http://

Le parole di Giuseppe Mauro

Giuseppe ha risposto con un’altra diretta alle accuse mosse da Borrelli, chiarendo cosa è successo: “Io non ho aggredito nessuno, ero arrabbiato per la morte di mio nonno e ho dato qualche calcio e offeso i medici ma non li ho aggrediti. Non ho alzato un dito. Ci avevano detto che stav bene poi all’improvviso ci hanno chiamato dicendo che era morto”, dichiara Giuseppe. Abbiamo presentato denuncia e chiesto che venga fatta un’autopsia per chiarire le cause della morte, abbiamo dei video che dimostrano. Il mio video della prima diretta durava mezz’ora ma hanno pubblicato solo un minuto e mezzo”. Alle accuse mosse da Borrelli, Giuseppe risponde: “Sono un bravo ragazzo che cerca di fare il cantante neomelodico, ho fatto un disco. Ho tatuato Scarface perchè mi piace come personaggio, non sono un criminale”. 

IL VIDEO DI GIUSEPPE

http://

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.