Ciao Darwin, il concorrente ferito non può firmare la querela perché è paralizzato: l’inchiesta rischia la nullità

Nuovi sviluppi sulla vicenda di Gabriele Marcetti, il concorrente di Ciao Darwin rimasto ferito lo scorso aprile al gioco del Genodrome. Stando a quanto riportato da Fanpage, il romano non può firmare la querela a causa del suo corpo paralizzato dalle spalle in giù. Il rischio, adesso, è che le indagini della Procura risultino nulle. Secondo il codice penale, infatti, l’inchiesta per lesioni gravissime prevede il deposito di un documento scritto e firmato dalla parte offesa che, in questo casa, è Gabriele.

La querela è stata presentata dopo l’incidente nell’episodio di aprile ed è stata inserita nel fascicolo aperto dal pubblico ministero Alessia Miele, ma riporta la firma della moglie del concorrente.  Questo, di conseguenza, renderebbe nulla la valenza giuridica della denuncia.

La Procura, quindi, ha chiesto al gip di scegliere e proporre un curatore speciale che verrà scelto dalla consorte di Marchetti. La nomina, però, è stata respinta perché quest’ultima proceduta dovrebbe basarsi sull’incapacità di intendere e volere della vittima, ma questo non è il caso dell’uomo paralazzato.