“Ciao Guagliò”, la straziante lettera di Rosaria Troisi al fratello Massimo nel giorno del suo compleanno

Chi ama non dimentica. Così oggi l’Italia intera ricorda Massimo Troisi principale esponente della comicità napoletana nel giorno del suo 66 compleanno.

L’attore morto a soli 41 anni in seguito ad un arresto cardiaco sarà ricordato a San Giorgio a Cremano città natale, che come ogni anno celebra la ricorrenza attraverso l’associazione ‘A casa di Massimo’ presieduta dal fratello Luigi.

‘Massimo del cuore’ questo il titolo dell’evento previsto questo pomeriggio nella Fonderia Righetti, presso Villa Bruno, alle ore 18.30. L’appuntamento patrocinato dal Comune di San Giorgio a Cremano vedrà la partecipazione di artisti e giovani talenti che si esibiranno per onorare il maestro dinnanzi alla statua a lui dedicata. L’attaccamento alla sua terra natia ha contraddistinto da sempre l’attore e regista partenopeo dallo stile inconfondibile.

“Massimo Troisi resta inimitabile e la sua ironia, a volte anche amara nell’interpretare la vita e raccontarla, è un unicum nel suo genere. A lui che ha contribuito a rendere San Giorgio a Cremano la città dell’arte e della cultura, dando a noi la possibilità di aprire le porte a moltissimi artisti che qui decidono di esibirsi durante il corso dell’anno, dedichiamo ricordi, e accogliamo occasioni che vogliono celebrarlo nella sua grandezza, orgogliosi di essere suoi concittadini”- questo quanto dichiarato dal sindaco Giorgio Zinno al quotidiano Repubblica.

Anche la sorella Rosaria dedica una lettera attraverso il quotidiano Il Mattino al compianto fratello prematuramente scomparso il 4 giugno di 25 anni fa. “ Goditi il sole, Massimi’’, sii felice! Non siamo tristi, perché tu, come tutte le persone speciali, hai lasciato un «pieno» talmente scintillante da annientare, sbaragliare la malvagia sensazione del vuoto.La tua presenza è rimasta saldamente ancorata nei nostri cuori e di lasciarti andare neanche a parlarne.Ciao Guaglio’, «Buon Compleanno» da tutti noi. Ti vogliamo un gran bene!”