23.2 C
Napoli
giovedì, Maggio 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Inseguito e accoltellato dopo lite al bar, Claudio ucciso a 24 anni


“Nessuno ha il diritto di togliere la vita a qualcuno. Nessuno ha il diritto di strappare un figlio ai propri genitori e alla sua famiglia. Claudio sicuramente ora sarai in un mondo migliore, la tua voglia di vivere e il tuo sorriso rimarranno per sempre nei nostri cuori”.
C’erano queste parole e una foto di Claudio Lasala sorridente sullo striscione che guidava la fiaccolata nel centro storico di Barletta organizzata stasera dopo l’omicidio del 24enne accoltellato la notte tra venerdì e sabato all’uscita di un bar.
Tra gli altri striscioni, anche “Claudio è figlio di tutti” e “Quando spegnete il sorriso di una persona ricordatevi di vergognarvi”.
Il corteo è passato anche davanti al locale, posto sotto sequestro, dove è nata la lite fra la vittima e un gruppo di ragazzi. A guidare la fiaccolata c’erano i fratelli di Claudio e uno zio, commossi ma forti della partecipazione di tantissime persone, oltre un migliaio, tra cui tanti ragazzi e famiglie.

Non solo gli amici di Claudio ma anche tanti suoi coetanei che hanno accolto l’appello di familiari e organizzatori.
    “Tutte queste persone ci danno forza – ha detto Antonio Lasala – e il fatto che ci siano dimostra chi fosse mio fratello: è importantissimo che ci sia tanta gente perché noi speriamo che quello che è successo a Claudio non si ripeta”.

   “Questa città ha bisogno di un segnale – ha aggiunto la zia Annamaria – si deve svegliare perché è caduta nel degrado e quello che è successo a mio nipote che è un figlio, un fratello, un amico, non può succedere ad altri ragazzi. I nostri figli devono poter uscire la sera ed essere tranquilli, non devono assolutamente essere preda di gente così cattiva e malvagia, perché la violenza non porta a niente”. Claudio, pochi giorni fa, aveva partecipato a un concorso per allievi nella Guardia di finanza. “Mio nipote – ha concluso la donna – era un ragazzo eccezionale e si sono spezzati tuti i sogni della sua vita. Ci auguriamo che venga fatta giustizia e soprattutto che qualcosa cambi in questa nostra città”. (ANSA).

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Antonio Mangionehttp://www.internapoli.it
Giornalista pubblicita iscritto dalll'ottobre 2010 all'albo dei Pubblicisti, ho iniziato questo lavoro nel 2008 scrivendo con testate locali come AbbiAbbè e InterNapoli.it. Poi sono stato corrispondente e redattore per 4 anni per il quotidiano Cronache di Napoli dove mi sono occupato di cronaca, attualità e politica fino al 2014. Poi ho collaborato con testate sportive come PerSempreNapoli.it e diverse testate televisive. Dal 2014 sono caporedattore della testata giornalistica InterNapoli.it e collaboro con il quotidiamo Il Roma
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Esame farsa di Suarez, arrivano le condanne: nei guai 7 persone

Si è conclusa con alcune condanne la parte dell'inchiesta partita a Monza nel settembre 2021 riguardo l'esame 'farsa' del...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria