Da mezzogiorno il premier Giuseppe Conte sta parlando nell’Aula della Camera dei Deputati. Ha lanciato un forte richiamo alla responsabilità ed ha ricordato le misure economiche messe in campo dal Governo durante la pandemia Covid-19. “Il 9 settembre 2019 prefigurai un progetto politico per il Paese per far tornare l’Italia protagonista in Europa. Mi sono adoperato insieme alle delegazioni di maggioranza perché si delineasse un disegno riformatore ampio. – dichiara Conte –  All’inizio del 2020 ci siamo dovuto misurare con la pandemia covid. Stiamo affrontando sfida epocale e ricostruire una società segnata da paure primordiali. La politica è stata costretta a misurarsi quotidianamente con la scienza tra emergenza sanitaria ed economica“.

CONTE E LO STATO D’EMERENZA

Questa maggioranza ha dimostrato grande maturità anche nei passaggi più critici. Abbiamo dialogato con Regioni e Comuni. Solo con la collaborazione sarebbe stato possibile perseguire strategie efficaci contro la pandemia. Oggi parlo a testa alta per la consapevolezza, insieme al Governo, che abbiamo impegnato tutte le energie per la comunità. Mai come in questo periodo la politica ha operato scelte del bene comune, alcune tragiche. Solo tutelando la salute si poteva preservare il tessuto economico del paese. Abbiamo stanziato più di 100 miliardi di euro per lavoratori, imprese, famiglie e categorie fragili. Questi interventi ci hanno permesso proteggerle. Da luglio arriva l’assegno unico mensile per 12 milioni di famiglie e abbiamo introdotto il Superbonus al 110%“, afferma Conte alla Camera dei Deputati.

CONTE E ITALIA VIVA

Le ministre di Italia Viva si sono astenute, nonostante il miglioramento della bozza del Recovery Plan. Tutto motivato perché non c’è il Mes che niente a che vedere con il Recovery Found. Si è aperta la crisi e qui deve trovare il chiarimento per la linearità di azione. – continua il Premier – Non ravviso alcun fondamento di questa crisi, così come tanti cittadini.  Rischiamo tutti di perdere contatto con la realtà. Questa crisi ha provocato sgomento nel paese e rischia di produrre danni notevoli. Ha fatto salire lo spread e ha attirato l’attenzione dei media internazionali e cancellerie straniere. A questo punto non si può cancellare quel che ha accaduto e recuperare senso di fiducia per lavorare tutti insieme“.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK. 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.