Droga, armi e riciclaggio: scarcerato Gennaro Bonavolta

E’ stato scarcerato Gennaro Bonavolta, fratello di Salvatore coinvolto qualche anno fa nel sequestro di persona di un uomo per un debito di droga non saldato. Gennaro Bonavolta rispondeva di detenzione illecita per finalità di cessione a terze persone di sostanze stupefacenti, detenzione di arma clandestina, riciclaggio, detenzione di banconote contraffatte e detenzione di arma comune di sparo. In primo grado (presso il gup del tribunale di Napoli) era stato condannato a otto anni. La Corte d’Appello, accogliendo la tesi dei suoi legali Salvatore D’Antonio e Mariangela Maietta, ha stabilito la rideterminazione della pena scarcerandolo e condannandolo a quattro anni e otto mesi ai domiciliari.

 

Il fratello qualche anno fa fu coinvolto in un sequestro di persona. Decisiva la denuncia della moglie della vittima nonché sorella dell’uomo che non ha avrebbe restituito il prestito di 350mila euro elargito dagli uomini del clan Mazzarella per comprare un grosso carico di droga. A tradire Bonavolta e i suoi le telefonate e le conversazioni social. Elementi che hanno portato i carabinieri a localizzare gli inesperti aguzzini che, alle corde, liberarono l’uomo, rilasciandolo nei pressi della stazione di Napoli.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.