Ercolano. Raid oltraggioso contro la sede del Movimento 5 Stelle

Brutta sorpresa questa mattina per il Movimento 5 Stelle di Ercolano, sulla porta d’ingresso della sede del Movimento pentastellato è stato trovato un disegno di organi genitali maschili di grandi dimensioni. Non è chiaro se sia stato uno scherzo di dubbio gusto oppure una sorta di minaccia al movimento locale, comunque sia il consigliere comunale Gennaro Cozzolino non l’ha presa bene e attraverso un lungo post sulla sua pagina Facebook ha dichiarato che si tutelerà nelle sedi opportune:

E poi arriva il giorno che ti lasciano un messaggio nel loro stile. Premesso che non credo che l’autore di questo autoritratto abbia degli attributi così grandi visto che non si è mai palesato al mio cospetto, vorrei ricordare allo stesso che anche lui è stato concepito grazie all’utilizzo, forse evitabile, di un tale membro (mi auguro almeno più aggraziato).

L’autoritratto di quest’autore è un buon auspicio per il M5S di Ercolano visto che da ciò può nascere nuova vita, senza dimenticare che tocca al proprietario del coglione poi essere capace anche di educarla questa nuova vita… in questo caso, come è evidente, ha fallito.

Un gesto di questo tipo fatto ad altre forze politiche locali avrebbe fatto gridare all’agguato, magari con un titolone del tipo:
“La Camorra minaccia il M5S”

A noi fa rabbia semplicemente l’imbecillità dell’autore che ha voluto immortalarsi per essere fotografato dai vari turisti che oltre a vedere le nostre bellezze avranno un motivo in più per venire ad Ercolano… immortalare il coglione di turno.

Ovviamente ora mi recherò dalle Forze dell’ Ordine a denunciare l’accaduto perché deve essere chiaro che la democrazia passa per il rispetto delle idee altrui e che un gesto di questo tipo offende il 53% dei cittadini ercolanesi che credono nel M5S e dovrebbe indignare tutti coloro che credono che la democrazia venga prima della propria fazione da difendere.

Fin’ora ci avevano ignorati, si vede che ora iniziano a preoccuparsi.

Abbiamo le spalle abbastanza larghe per respingere le intimidazioni del primo coglione che passa.

#M5Scomunali

P.S. scusate se ho chiamato per nome l’autore dell’autoritratto.”