Afragola. Furto d’auto con la ‘tecnica del bullone’, arrestato malvivente di Casoria

tecnica del bullone arrestato
Che cos'è la tecnica del bullone

Furto d’auto con la ‘tecnica del bullone’ ad Afragola, arrestato malvivente. A Casoria i militari della Stazione Carabinieri Gricignano di Aversa – Compagnia di Marcianise davano esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di D.R. Il 35enne accusato del reato di “furto con destrezza di autovetture in concorso”. Provvedimento restrittivo emesso, ieri, dal GIP Giovanni Corona del Tribunale di Napoli Nord su richiesta della Procura della Repubblica. 

LA TECNICA DEL BULLONE

Il provvedimento è scaturito da una più ampia attività investigativa svolta, dal mese di settembre 2020, dai  Carabinieri  della Stazione di Gricignano di Aversa con il coordinamento della Procura della Repubblica di Napoli Nord, sviluppata attraverso attività tecniche, servizi di osservazione controllo e pedinamento. Quindi tutto ciò permetteva di individuare e documentare le condotte di due soggetti.

Entrambi destinatari di provvedimenti cautelari, che erano dediti alla commissione di furti di autovetture con la “tecnica del bullone” a Carinaro e ad Afragola. Dunque l’attività investigativa consentiva altresì di operare un arresto in flagranza di reato e di recuperare e restituire ai legittimi proprietari due autovetture.

LA METODOLOGIA RICORRENTE DEL MALVIVENTE

Solitamente il malvivente simula la perdita di un bullone della ruota. Dunque avvicinato l’ignaro conducente informandolo del fatto che pochi metri prima aveva perso un pezzo dell’auto. Con questo espediente si induce l’inconsapevole vittima a scendere dal veicolo per verificarne le condizioni. Dopodiché approfitta del fatto che in taluni casi il veicolo è ancora in moto, quindi, compie il furto della vettura.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.