“Messina Denaro non comanda a Palermo” parla il Procuratore dopo l’arresto del nuovo Capo dei Capi

messina denaro accerchiato

Il boss mafioso latitante Matteo Messina Denaro “che lo Stato dovrà arrestare” “non comanda la provincia di Palermo”. A dirlo è il Procuratore aggiunto di Palermo, Salvatore De Luca, intervenendo alla conferenza stampa per il fermo di 46 persone accusate di fare parte della nuova Cupola di Cosa nostra. “Così come il boss Riina non comandava su Palermo ma costituiva un forte impedimento al regolare svolgimento della Commissione provinciale, tanto è vero che la Cupola non si riuniva da 25 anni”, ha aggiunto De Luca.