Mugnano. Assunto non si presenta in Consiglio, ma Sarnataro assicura: “Mi è fedele”

Gennaro Assunto non ha partecipato all’ultimo consiglio comunale. La sua assenza non è passata inosservata in quello che è considerato dagli addetti ai lavori un passaggio politico nevralgico per l’inizio della fase finale del mandato del sindaco Luigi Sarnataro.

Assunto non ha così votato le surroghe dei neo-consiglieri di maggioranza Biagio Guarino di Mugnano Futura e soprattutto della compagna di partito Elisabetta Riccio, il cui ingresso in Assise è stato possibile grazia alla nomina in giunta della piddina Rita Esposito.

Un’assenza che ha fatto molto rumore ed ha scatenato la reazione dell’opposizione. “Avete un problema politico in maggioranza con Assunto – ha dichiarato il consigliere di minoranza Ezio Micillo nel corso dell’ultimo seduta  – Solo la nostra presenza ha assicurato il numero legale, permettendo di far subentrare i neo-consiglieri Riccio e di Biagio Seguino. Senza la nostra presenza vi sarebbe mancato il numero legale”.

IL CASO ASSUNTO IN MAGGIORANZA

Nei giorni scorsi è stata registrata una tensione tra Assunto e il suo partito, causata dalla designazione dell’assessore Rita Esposito. Le due parti si sono incontrate lo scorso week-end nel tentativo di chiarire il dissidio ma mercoledì il consigliere ha deciso ugualmente di non presentarsi in aula.

Luigi Sarnataro ha cercato di chiudere il caso politico: “Assunto ha avvisato della sua assenza me e il presidente Pierluigi Schiattarella. Inoltre mi ha ribadito la sua fedeltà ricordandomi che è stato il primo a sostenermi nella mia candidatura a sindaco e mi ha detto che vuole continuare a credere nel sottoscritto. – il sindaco ha affrontato la spaccatura nel Pd  – Un grande partito vive di dialettica politica, infatti, non sempre si riesce mettere tutti accordo. Anche quando le decisione non sono condivise si resta per il senso di responsabilità“.