Sono milioni i turisti che arriveranno – e sono già arrivati – in Grecia in questa estate, ma la diffusione della variante Delta, che ha innescato un importante aumento delle infezioni a luglio, sta mettendo a rischio la prosecuzione senza intoppi della stagione, specie a MykonosIos e in altre 13 isole. L’allerta è scattata ieri, quando il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) ha contrassegnato le isole greche dell’Egeo meridionale in rosso scuro sulla sua mappa Covid-19 dopo un aumento delle infezioni, sconsigliando i viaggi non necessari. Atene ha deciso di inviare più agenti di polizia per intensificare i controlli anti-Covid, soprattutto nei locali frequentati dai più giovani. Nel dettaglio, sono stati inviati 186 poliziotti a Mykonos, rispetto ai 56 dell’anno scorso, mentre altri 30 agenti sono stati dispiegati a Ios.

 

Il viceministro della Protezione civile, Nikos Hardalias, ha riferito che le due isole sono “a un passo” da nuove restrizioni, mentre preoccupa anche la situazione nelle isole di Zante, Tinos, Lefkada, Santorini, Paros e Rodi. I timori riguardano soprattutto gli imprenditori locali che non rispettano le misure sanitarie volte a frenare la pandemia. “Mentre gli hotel e i locali per famiglie stanno implementando diligentemente i protocolli, c’è più congestione di quanto vorremmo vedere nei bar, specialmente tra il pubblico più giovane”, ha detto al Guardian il ministro del Turismo greco Haris Theoharis.

 

Milioni di turisti sono già andati quest’estate sulle meravigliose spiagge greche e molti altri hanno intenzione di andarci nelle prossime settimane. Ma i programmi delle vacanze potrebbero cambiare drasticamente. L’Europa infatti per contrastare la diffusione della pandemia sconsiglia i viaggi in Grecia non necessari.

In Grecia corre la variante Delta: Mykonos e Ios vicine a nuove restrizioni. Contagi in salita tra i giovani

Il Paese ellenico come tutta l’Europa, è stato investito nell’ultimo periodo dalla variante Delta che ha fatto aumentare vertiginosamente i nuovi positivi. E i contagi si registrano soprattutto sulle isole greche, le isole delle vacanze dei turisti di tutta Europa

Le isole greche più a rischio: dove non andare

La Grecia come ogni estate è stata presa d’assalto dai turisti. Soltanto che in quest’estate ancora di pandemia, con la contagiosissima variante Delta in circolazione, ogni affollamento è molto rischioso. Così le isole greche con più turisti sono risultate anche quelle con il maggior numero di focolai e nuovi positivi.

Nell’ultima mappa del Centro Europeo per le malattie tutte le isole dell’Egeo meridionale, ovvero tutte le Cicladi, Rodi e Creta, parte delle Isole del Dodecanneso e le Ionie sono a rischio elevato. Così come Atene e le penisola del Peloponneso. A rischio medio tutte le altre isole greche. Nessuna presenta un profilo di rischio basso.

A destare maggior preoccupazione sono le isole della movida. Per qualche giorno la musica è stata spenta, ma come è stata riaccesa sono ripresi a correre i contagi. Le restrizioni imposte la scorsa settimana a Mykonos e Ios, le isole più scatenate della Grecia, sono state revocate e subito i locali sono tornati a riempirsi. Ma senza mascherina e senza distanziamento, fra balli e bevute fino all’alba, la variante Delta ha trovato l’ambiente ideale.

Ma a preoccupare non sono solo Mykonos e Ios. Nell’elenco delle isole ad altissimo rischio ci sono Paros, Santorini e Tinos nelle Cicladi, Lefkada e Zante nelle Ionie e Rodi. Anche per queste isole ha detto il viceministro della Protezione Civile Nikos Hardalias potrebbero scattare delle misure restrittive.

Restrizioni sulle isole greche

Le misure fin qui messe in atto dal governo greco non sembrano aver avuto effetto. Il numero dei positivi continua a crescere nelle isole più famose e più affollate come appunto Mykonos e Ios. Fortunatamente gli ospedali non sono ancora sotto pressione e a differenza delle altre ondate in questa la curva dei ricoverati si mantiene bassa rispetto a quella dei contagiati.

D’altronde la maggior parte dei nuovi positivi sono giovani che dunque meno necessitano di cure ospedaliere. Ma il rischio è che il virus raggiunga la parte più suscettibile della popolazione, visto che solo il 46% degli over 12 ha completato la vaccinazione.

Per contrastare l’avanzata della variante Delta e per provare a far rispettare le norme che già ci sono il governo Ellenico ha deciso di mandare l’esercito nelle Cicladi. Sono pronti a sbarcare a Mykonos 186 agenti, 30 ad Ios che dovranno controllare le misure di sicurezza. E Atene è pronta anche a far scattare le chiusure se non ci sarà un cambio di rotta.

Non è escluso infatti il lockdown a Mykonos e Ios con la chiusura obbligatoria dei locali notturni. Ipotesi che potrebbe essere accolta anche per le altre isole prima che la situazione sfugga di mano.

fonte: https://www.viagginews.com/2021/07/31/grecia-viaggi-isole-covid/

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.