festa Da Nord a Sud la gioia azzurra si trasforma in follia oltre 20 feriti e 2 morti
Da Nord a Sud la gioia azzurra si trasforma in follia oltre 20 feriti e 2 morti

Ieri sera la festa azzurra è sfociata nella follia, infatti, si sono registrati feriti da Milano a Napoli e un morto a Foggia. Nel capoluogo lombardo sono stati 15 feriti soccorsi, di cui tre gravi, in piazza del Duomo, dove si sono riversati migliaia di tifosi da pochi minuti dopo la mezzanotte a circa l’una.

In particolare un 21enne di origine straniera è stato ricoverato in codice rosso al Policlinico per una ferita penetrante all’addome dovuta all’esplosione di una potente bomba carta. Un 22enne è stato portato, sempre in rosso, all’ospedale Niguarda, per una ferita penetrante dovuta, pare, a una transenna (non si capisce se gettata contro di lui).

Un altro 21enne ha invece subito in ospedale l’amputazione di tre dita di una mano per l’esplosione di una bomba carta. Nel corso della nottata sono stati segnalati assalti ai mezzi pubblici, soprattutto ai tram, sui quali molti tifosi sono saliti, cestini dell’immondizia incendiati, tuffi nei Navigli e in Darsena. Anche una rapina a due persone che stavano festeggiando in auto.

Tenta di uccidere un poliziotto a Napoli, arrestato durante i festeggiamenti

La festa azzurra per la conquista dell’Europeo rischiava di trasformarsi in tragedia. Oltre ai caroselli e alle bandiere per le strade del centro storico di Napoli sono spuntate le pistole.  Giuliano Paparo arrestato perché indicato come il responsabile del ferimento di un agente di polizia (in forza al commissariato di Secondigliano) a causa dell’esplosione di un colpo di arma da fuoco. Sull’episodio sta indagando la squadra mobile.

Notte apocalittica per le poche ambulanze in servizio stanotte nel territorio della Asl Napoli 1 (13 attive su 17). Si sono registrate 2 persone con ferite d’arma da fuoco a Corso Garibaldi e diversi accoltellati. Festeggiamenti senza alcun rispetto delle regole di distanziamento tantomeno di obbligo di mascherina all’aperto. Insomma la zona lungomare/centro storico si è trasformata in una bolgia di persone ammassate le une sulle altre sotto l’effetto dei fumi dell’alcool. I mezzi di soccorso facevano fatica a farsi largo tra la folla che, nella maggior parte dei casi, derideva il personale e ,a dispetto, chiudeva gli specchietti retrovisori della ambulanza al loro passaggio!“, scrive l’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate.

Santa Maria Capua Vetere un ragazzo ferito con un’arma da taglio durante i festeggiamenti: trasportato in ospedale.

Agguato durante la festa azzurra, Matteo ucciso a colpi di pistola

Matteo Anastasio è morto nella notte dopo essere stato vittima di un agguato in viale Matteotti a San Severo in provincia di Foggia. Il 32enne colpito da diversi colpi di arma da fuoco. Matteo si trovava a bordo di uno scooter di grossa cilindrata insieme al nipotino di 10 anni. Due persone a bordo di uno scooter, coperti da caschi integrali, avrebbero affiancato il mezzo sul quale viaggiava la vittima.

Dopodiché hanno esploso alcuni colpi d’arma da fuoco. Così Anastasio perdeva il controllo del mezzo finendo contro un pick-up. Trasportato d’urgenza presso l’ospedale Masselli Mascia di San Severo, è deceduto poco dopo per le gravissime ferite riportate. Sull’omicidio indaga la polizia. Un 22enne Giuseppe Di Martino è morto e quattro persone sono rimaste ferite la notte scorsa in un incidente stradale avvenuto a Caltagirone. Scontro ha coinvolto un’auto di una società di vigilanza, due scooter e una moto.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.