festeggiamenti Tenta di uccidere un poliziotto a Napoli, arrestato durante i festeggiamenti
Foto di repertorio

Tenta di uccidere un poliziotto a Napoli, arrestato durante i festeggiamenti. La vittoria azzurra dell’Europeo rischiava di trasformarsi in tragedia nazionale. Oltre ai caroselli e alle bandiere per le strade del centro storico di Napoli sono spuntate le pistole.  Arrestato  il responsabile del ferimento di un agente di polizia (in forza al commissariato di Secondigliano) a causa dell’esplosione di un colpo di arma da fuoco. Sull’episodio sta indagando gli agenti della Squadra Mobile.

LA RICOSTRUZIONE DEL TENTATO OMICIDIO

Poco dopo le 3 di notte è stato arrestato al corso Garibaldi a Napoli. Il 48enne è accusato di tentato omicidio, detenzione e porto abusivo d’arma. Inizialmente l’uomo ha speronato con la sua auto tre scooter facendoli rovinare in terra minacciando uno dei passeggeri con una pistola. Sul luogo si trovava a passare, libero dal servizio e a bordo del suo scooter, l’assistente Capo Antonio Alborino. L’agente, in forza al commissariato di polizia Secondigliano, è intervenuto qualificandosi come poliziotto.

LE CONDIZIONI DEL POLIZIOTTO

Agente ferito all’addome da un colpo esploso nella sua direzione. Trasportato presso l’Ospedale Pellegrini, l’assistente Capo Alborino è sottoposto a intervento chirurgico per verificare eventuali danni provocati dal proiettile. Anche l’arrestato è ricoverato all’Ospedale del Mare, poiché colpito da un colpo d’arma da fuoco, con foro d’uscita, ad una gamba.

FESTA A NAPOLI DOPO LA VITTORIA DELL’ITALIA

Fuochi d’artificio, botti, caroselli d’auto. A Napoli e nel resto della provincia si festeggia la vittoria dell’Italia agli Europei. Le ‘batterie’ esplose in diversi quartieri della città ed anche sul lungomare. In giro auto con le bandiere dell’Italia fuori dai finestrini. Sembra, commenta qualcuno, la notte di Capodanno.

Al termine della partita, tutti i napoletani che stavano guardando la partita ai ristoranti all’aperto hanno esultato. In Piazza Municipio si sono sentiti tre suoni di sirena di una delle due navi da crociera ancorate al Beverello. Subito dopo è partita una sfilata di motorini con le bandiere tricolori dirette a Piazza Trieste e Trento, luogo tradizionale dei festeggiamenti a Napoli.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.