– Un gruppo di circa cento ristoratori e lavoratori del settore del catering e degli hotel ha appena bloccato la strada alla fine del lungomare di Napoli, in via Nazario Sauro. I lavoratori erano dalle nove dinanzi la sede della Regione a protestare per il completo blocco del settore. Dopo due ore senza risposte si sono spostati a bloccare il traffico sedendosi per terra e mettendo bidoni in strada.

Davanti a loro la polizia di stato.

Campania zona rossa, con il balzo dei contagi sembra non esserci scampo

Anche il governatore Vincenzo De Luca ha ribadito nei giorni scorsi l’allarme. Soprattutto alla luce dei grossi assembramenti registratisi nel weekend: “Vi siete divertiti sul lungomare? – ha detto il presidente della Regione – Ora rischiamo la Campania zona rossa”. C’è da aggiungere la carenza di vaccini disponibili, questione più volte sollevata da De Luca.  A Napoli, in particolare, si fermano le inoculazioni agli over 80, fino a quando non arriveranno nuove scorte. Il siero Pfizer è al limite, quindi le dosi che restano saranno utilizzate per completare l’immunizzazione del personale sanitario.

“Se c’è una questione di picco sanitario di terza ondata – ha aggiunto de Magistris – allora per la chiusura delle scuole deve intervenire o lo Stato o la Regione. Se questo non è avvenuto è perché il ministero della Salute e le Regioni interessate ritengono di non intervenire e rimbalzano al territorio, raccomandando di intervenire qualora ci siano situazioni particolari”. Ma, al contrario di colleghi di molti comuni della provincia, il primo cittadino non ha disposto la chiusura né di strade e piazze.

Campania zona rossa, con il balzo dei contagi sembra non esserci scampo.

L’incidenza dei casi Covid, ossia il numero di positivi rispetto alla popolazione residente, in Campania è in aumento costante da almeno una o due settimane. Un indicatore diventato, nella valutazione epidemiologica della pandemia, più importante del semplice indice di infettività Rt (la capacità del virus di infettare) peraltro fino a qualche settimana fa misurato dalla cabina di regia nazionale in rapporto all’entità dei sintomatici, in Campania sempre pochi rispetto alla media generale.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.