coprifuoco consiglio dei ministri lite ore 22
Foto di archivio

Il Governo è scosso dal dibattito sull’orario del coprifuoco, confermato dall’ultimo decreto alle ore 22. E’ stato questo uno dei motivi che hanno spinto Matteo Salvini a non far votare il provvedimento dai tre ministri leghisti in Consiglio dei ministri e uno dei punti che i presidenti delle Regioni chiedono al premier Mario Draghi di rivedere. “In ragione dell’approssimarsi della stagione estiva caratterizzata dall’ora legale e in considerazione della riapertura delle attività sociali e culturali – scrivono in una lettera indirizzata al presidente del Consiglio -, si propone di valutare il differimento dell’interruzione delle attività e della mobilità dalle ore 22 alle ore 23”.

IL PRESSING DEI MINISTRI SUL COPRIFUOCO

L’orario del coprifuoco, ha rassicurato la ministra Maria Stelle Gelmini, non sarà lo stesso per tutta la durata del provvedimento. “Il fatto che nel testo del decreto varato non sia stato riprogrammato il coprifuoco, non significa che durerà fino al 31 luglio. Questa è una lettura distorta del provvedimento”. Aggiunge inoltre “Sono assolutamente certa che presto il coprifuoco sarà solo un brutto ricordo. È lo stesso decreto a dirlo, precisando che il Consiglio dei ministri potrà intervenire nelle prossime settimane. Previsti tagliandi periodici al dl, modificando sia le regole per le riaperture che gli orari del coprifuoco”.

LE REGOLE PER RISTORANTI E BAR

Dal 26 aprile 2021, nella zona gialla sono consentite le attività dei servizi di ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, a pranzo e a cena, nel rispetto dei limiti orari agli spostamenti in vigore. Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK. 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.