Salvini stravince nel Casertano, Lega primo partito in 27 Comuni

Stanotte le urne hanno decretato il successo della Lega che è riuscita ad attestarsi al 34,33% in Italia. Salvini ha stravinto nei Comuni del Casertano dove la Lega si è attestata primo partito in 27 Comuni: Ailano, Caianiello, Calvi Risorta, Cancello Arnone, Carinola, Casagiove, Cellole, Conca, Francolise, Frignano, Galluccio, Gioia, Grazzanise, Marzano Appio, Mignano, Mondragone, Pietramelara, Pietravairano, Pontelatone, Prata Sannita, Pratella, Riardo, Rocca d’Evandro, San Pietro Infine, Santa Maria La Fossa, Tora e Piccilli, Vairano.

PROVINCIA DI NAPOLI

Il partito di Salvini è stato il più votato a San Giuseppe Vesuviano, Capri e Anacapri, paesi della provincia di Napoli dove La Lega ha raccolto rispettivamente al 31,32%, al 22,49% e 25,30% dei voti.

Ieri sera il sindaco Vincenzo Catapano di San Giuseppe ha esultato per il risultato elettorale attraverso un video: “E’ con grandissimo orgoglio che la Lega a San Giuseppe Vesuviano ha ufficializzato la primogenitura nazionale. Con 3200 preferenze risulta essere il più votato da voi sangiuseppesi con la percentuale del 30,6%”. I dati definitivi hanno sancito il 31,32%.

IL VIDEO

GLI ALTRI RISULTATI

Il Movimento Cinque Stelle si conferma primo partito in Campania con il 33,86%, ma anche in Campania sfonda la Lega che arriva al 19,20%. I dati degli scrutini in Campania segnano un’enorme crescita del partito di Salvini che un anno fa, nel collegio Campania 1, si era fermato al 2,89%. Netto il, calo del M5S, che alle politiche 2018 aveva toccato il 54,13%, mentre rimonta il Pd che passa dal 12% del 2018 al 19%, ma anche in Campania è dietro la Lega, seppur di poco.
Sensibile calo anche per Forza Italia, che si attesta al 13,65%, mentre Fratelli d’Italia porta a casa il 5,82%.
Bassa l’affluenza in Campania, dove è andato alle urne il 47,62% degli elettori. Nella città di Napoli, la Lega di Salvini raccoglie il 12,36% dei voti ed è il terzo partito dietro il Movimento Cinque Stelle, al 39,86% (che in città conferma il suo primato con oltre 400 mila preferenze) e al Pd, che chiude al 23,29%, andando oltre le 200 mila. Lega e Forza Italia divise da poche migliaia di voti.