Si riaccende la speranza per Al Bano e Romina, la figlia Ylenia Carrisi potrebbe essere viva

Una piccola speranza si riaccende per Al Bano e Romina: Ylenia Carrisi potrebbe essere ancora viva. “Chi l’ha visto?” ha trattato ancora una volta il caso della figlia d’arte scomparsa nel dicembre 1993.

Una nuova speranza

Su richiesta delle autorità statunitensi, una settimana fa, i RIS di Roma hanno prelevato un campione genetico di Al Bano per confrontarlo con quello del cadavere di una donna trovato a Holt, in Florida, il 15 settembre 94. Al Bano ha spiegato a “Chi l’ha visto?” che anche le figlie sono state sottoposte al prelievo. Negli Stati Uniti uno sceriffo sta indagando sulle dichiarazioni di un camionista serial killer. Il killer si trova in prigione da molti anni dopo aver confessato l’omicidio di una giovane autostoppista conosciuta come Suzanne. I due si sarebbero incontrati in una stazione di servizio di Tampa, in Florida. Da una ricostruzione facciale è venuto fuori il volto di una donna molto simile a Ylenia.

La scomparsa di Ylenia Carrisi

Ylenia Carrisi è scomparsa nel 1993. Molti pensano che si sia suicidata oppure che sia stata uccisa. Un vecchio testimone ha raccontato anni fa di aver visto una ragazza identica alla figlia di Al bano gettarsi nel fiume Mississippi. Altri, invece, hanno dichiarato di averla vista viva. I genitori Al Bano e Romina non si sono mai arresi e continuano ancora oggi a cercare la propria figlia. Non sono convinti della morte della ragazza, che ormai sarebbe oppure è una donna adulta, come ha mostrato Federica Sciarelli su Rai 3 in un confronto tra com’era quando è scomparsa e un identikit di come potrebbe essere oggi. Secondo alcune fonti, Ylenia vivrebbe in un convento sotto falso nome.