E’ un 18enne del Cavone di piazza Dante, F.C., il ragazzo gambizzato questa notte in piazzetta Montesanto a pochi passi dalla stazione della Cumana. Il ferimento è avvenuto poco dopo l’una: il giovane ha raccontato agli agenti di essersi intrattenuto fino a quell’ora con degli amici quando due persone, in sella ad uno scooter, si sono avvicinati al gruppetto e hanno iniziato a sparare. Il giovane colpito alla gamba sinistra: portato all’ospedale Pellegrini è stato subito dimesso con prognosi di tre giorni. Al momento nessuna ipotesi viene scartata: per le modalità il raid sembrerebbe un avvertimento. Per tale motivo le forze dell’ordine stanno verificando le frequentazioni della vittima. Non si esclude un regolamento di conti nel mondo dello spaccio nè una vendetta per motivi passionali.

Prima del ferimento del giovane del Cavone notte di piombo tre giorni fa ai Quartieri spagnoli

La situazione nel centro di Napoli è sempre più tesa. Tre giorni fa un’altra sparatoria è avvenuta nel ‘cuore’ dei Quartieri spagnoli. I sicari sono entrati in azione in vico Lungo San Matteo nella zona al confine da quella controllata dal gruppo Masiello, sodalizio attivo nella zona di Largo Baracche, e gli Esposito indicati come il gruppo dominante del momento. Gli spari con una calibro 9×21: dai primi accertamenti e dall’analisi basata sulla conoscenza del territorio gli investigatori del commissariato Montecalvario e della squadra mobile non tralasciano alcuna ipotesi anche se è ormai evidente che la tregua stabilita tra gruppi criminali nei mesi scorsi si è ormai sfaldata.

 

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.