turismo italia draghi riapertura pass europeo
Foto di repertorio

Mario Draghi annuncia la ripresa del turismo proveniente dall’estero in Italia. Il Presidente del Consiglio ha le conclusioni del G20: “Noi dobbiamo offrire regole chiare, semplici per garantire che i turisti possano venire da noi in sicurezza. A partire dalla seconda metà di giugno sarà pronto il Green pass europeo. Nell’attesa il governo italiano ha introdotto un pass verde nazionale, che entrerà in vigore a partire dalla seconda metà di maggio“.

Oggi i ministri del Turismo si sono incontrati, e questo è uno dei primi appuntamenti della presidenza italiana del G20. E’ un incontro simbolico – sottolinea Draghi – Il mondo vuole viaggiare in Italia, la pandemia ci ha costretto a chiuderci ma l’Italia è pronta a ridare il benvenuto al mondo. Prenotate le vacanze in Italia, siamo impazienti di accogliervi. Non ho dubbi che il turismo in Italia riemergerà più forte di prima“, aggiunge il Presidente del Consiglio.

VACANZE IN ITALIA, DRAGHI ANNUNCIA LA NUOVA SFIDA

Le nostre montagne, le nostre spiagge, le nostre città stanno riaprendo. Alcuni settori sono destinati a restringersi ma altri a crescere e io non ho dubbi che il turismo in Italia tornerà più forte di prima. Nel frattempo il governo intende offrire un aiuto all’industria turistica che ha avuto tanto danno da questa chiusura così prolungata e naturalmente l’industria turistica è figura prominente del nostro Pnrr“, conclude Draghi.

PASS VACCINALE

Il green pass italiano servirà a spostarsi tra regioni arancione e rosse per turismo. Attesterù che la persona è vaccinata, oppure guarita dal Covid o che ha effettuato un tampone antigenico o molecolare nelle 48 precedenti. La certificazione potrà essere rilasciate dalla struttura che ha effettuato il vaccino. Quella che ha eseguito il test, comprese le farmacie. La struttura dove si è stati ricoverati oppure il medico di famiglia. Tutti devono fare il tampone, ad eccezione dei bimbi sotto i 2 anni. Si applica infatti l’articolo 51, comma 8, del Dpcm: “Ai fini dell’ingresso nel territorio nazionale, i bambini di età inferiore ai due anni sono esentati dall’effettuazione del test molecolare o antigenico”.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.