“Abbiamo visto una persona a terra”, il racconto dopo gli spari a Mugnano

Stanotte si è verificata una rissa all’interno del mercato ittico a Mugnano. Un alterco tra due venditori ha innescato una maxi rissa, che ha coinvolto circa 30 persone. La situazione è degenerata quando uno degli aggressori ha estratto una pistola esplodendo, poi, alcuni colpi di pistola. Feriti un banconista alle gambe e un minorenne di striscio alla caviglia.

PAURA AL MERCATO ITTICO NELLA NOTTE

Entrambi ricoverati all’ospedale di Giugliano, fortunatamente non sono in pericolo di vita.
La lite è scoppiata intorno alle ore tre per cause che i carabinieri di Marano di Napoli e del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna stanno ricostruendo. Gli uomini che hanno litigato sono dipendenti del mercato di due banchi di vendita. Abbiamo intervistato il gestore del mercato Biagio Cacciapuoti: “D’improvviso si è creato un grosso movimento, simile a quello che avviene quando si va allo stadio. Abbiamo tentato do sedare lo scontro e sembrava finita lì. Invece, poi, abbiamo sentito due spari e visto una persona a terra ferita ad una gamba”. È la testimonianza di Biagio Cacciapuoti, a capo della gestione della struttura del mercato del pesce teatro, ieri, della sparatoria in cui sono rimasti feriti un operatore ittico e, di striscio, un ragazzino colpito ad una caviglia.

I VIDEO

INTERVISTA A BIAGIO CACCIAPUOTI, GESTORE DEL MERCATO