Abusi sulla figlia mentre la madre era via, papà-orco condannato

È stato condannato a sei anni ed otto mesi un padre accusato di aver abusato sessualmente della figlia 13enne in provincia di Salerno. L’imputato, quando la moglie non era in casa, avrebbe costretto la figlioletta a compiere e subire atti sessuali masturbandosi dopo averla spogliata, toccandole le parti intime, facendosi a sua volta masturbare e praticare rapporti orali.

Un Calvario che portò la ragazzina a confidarsi con una psicologa della scuola raccontandole cosa succedeva tra le mura domestiche quando la madre era via. In alcune informative i carabinieri della locale stazione accertarono che più di una volta l’uomo era andato a prendere la ragazza prima dell’orario di uscita senza una plausibile giustificazione. Inoltre il rendimento scolastico della ragazzina era peggiorato.