Arriva al pronto soccorso con febbre alta, scoppia la rivolta in ospedale a Napoli: «Niente kit contro il coronavirus»

E’ rivolta al Loreto Mare, i sindacati occupano la direzione sanitaria. Perché mancano i kit per medici e infermieri per tutelarsi contro il coronavirus, scarseggiano le mascherine, non ci sono i caschi e non c’è nessun filtro al pronto soccorso.

La rivolta è scoppiata dopo che è arrivata al Pronto soccorso una donna di Bergamo con la febbre alta. Al Loreto Mare, infatti, non è stato predisposto alcun filtro per i pazienti in emergenza. Secondo quanto denunciano i sindacati, il personale sanitario è esposto senza difese al virus. E i tamponi sono pochi, tanto che per farne uno a una donna ieri si è dovuta aspettare tutta la giornata.

La situazione è paradossale anche per il contesto sociale dell’ospedale: qualcuno, infatti, è entrato nel presidio per svuotare con bottiglie i contenitori con il liquido disinfettante che sono al Loreto Mare.