20.5 C
Napoli
giovedì, Maggio 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Blitz prima del funerale a Napoli, sequestrati 2 carri funebri senza assicurazione: “Spostate la bara”


I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli hanno sequestrato due veicoli perché sprovvisti di assicurazione. È accaduto a San Pietro a Patierno e fin qui sembra di assistere ad una delle innumerevoli attività di controllo dell’Arma. Ma non è così perché i due veicoli erano carri funebri e viaggiavano senza RCA. Uno dei due carri aveva anche una bara a bordo ed è stato necessario spostare il defunto in un altro mezzo. Per i titolari dei veicoli multe salate e sequestro amministrativo dei carri.

Le altre notizie | Vergogna a Napoli, nemmeno i morti riposano in pace: i ladri razziano i loculi al cimitero [Articolo del 5 gennaio 2022]

Il Cimitero di Ponticelli subisce nel giro di poche settimane il secondo furto ad opera di ignoti che hanno fatto razzia di vasi in rame. Il primo episodio è avvenuto qualche giorno prima del scorso Natale, il secondo la notte cavallo tra il 5 ed il 6 il gennaio. Come segnalato anche da diversi cittadini al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, il pavimento della storica cappella di Sant’Anna, che ospita i resti di don Agostino Cozzolino, per anni sacerdote della basilica ‘Madonna della Neve’ di piazza Aprea, è stato ritrovato completamente ricoperto da mazzi di fiori dopo la razzia. Un vero e proprio sfregio.

“Chi non rispetta nemmeno i defunti ed il dolore dei loro cari è certamente un essere indegno di appartenere ad una società civile. Si tratta di un atto deplorevole, sia dal punto di vista della legalità, ovviamente, che da quello etico e morale. Sempre più spesso i nostri cimiteri sono ostaggio dei vandali e dei delinquenti, oltre che dell’incuria. E’ tempo che si restituisca ai defunti, e ai loro familiari, dignità, decoro e sicurezza.”– ha commentato Borrelli.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alessandro Pirozzi
Mi presento: mi chiamo Alessandro Pirozzi, sono nato a Napoli ed ho 23 anni. Sono iscritto all'albo dei giornalisti dal 2019 ed amo profondamente la comunicazione, specie quella digitale. Dopo essermi diplomato in un istituto alberghiero, ho iniziato a 18 anni il mio percorso lavorativo con InterNapoli.it nel 2016, collaborando anche in qualità di freelancer con diverse testate digitali come Blasting News. Ho scritto per 'Cronache di Spogliatoio', giornale sportivo online, e per la testata locale AbbiAbbè.it.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

“Ma che stai facendo?”, cofano dell’auto sollevato: arrestato falso meccanico di Giugliano

Dopo i catalizzatori e il palladio anche le batterie. I carabinieri della stazione di Licola di Pozzuoli hanno arrestato...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria