Auto rubate, clonate e rivendute, Luca Abete scopre la truffa a Giugliano: il servizio di Striscia la Notizia

Avete mai sentito parlare di auto clonate? – scrive Abete sui social network – Io e Max Laudadio purtroppo sì“. Scrive così Luca Abete sul suo profilo Facebook sopra un video che l’ha visto di scena a Giugliano.

Spiega quindi in che cosa consiste clonare una vettura: “Succede che i proprietari di una macchina scoprono per caso di non essere più proprietari dell’auto senza aver mai fatto un passaggio di proprietà“.

Abbiamo scoperto così che qualcuno dopo aver falsificato documenti, targhe e addirittura il numero di telaio, di un’auto rubata l’ha venduta spacciandola per quella originaria! Abbiamo così provato a capirne di più e non sono mancati i colpi di scena“. Nel servizio, che ha visto protagonisti proprietari di auto, carabinieri, e addirittura un Luca Abete che ha rischiato di essere investito un paio di volte.

Avete mai sentito parlare di AUTO CLONATE? Io e Max Laudadio (purtroppo) SI!Succede che i proprietari di una macchina…

Publiée par Luca Abete – official page sur Vendredi 14 février 2020

 

All’interno del servizio Max Laudadio e Luca Abete ci parlano di un caso di vendita di auto anomalo in cui il proprietario si ritrova la propria auto venduta senza che lo sappia. In realtà si tratta di auto rubate e clonate. All’arrivo sul posto, dopo aver rischiato di essere investito due volte, Luca Abete si imbatte in ‘Fabio’, il proprietario incriminato. Immediatamente giunge anche il padre del giovane, un carabiniere, che si identifica e tenta di allontanare l’inviato di Striscia.

CLICCA QUI PER IL SERVIZIO COMPLETO