In estate tornano anche le blatte, i consigli per tenerle fuori casa
In estate tornano anche le blatte, i consigli per tenerle fuori casa

Le blatte o scarafaggi sono insetti che in natura svolgono un ruolo importante. Nel tempo alcune specie di questo animale si sono adattate alla vita a contatto con l’uomo, nelle case e negli ambienti urbani. scarafaggio cartoon

COME RICONOSCERE UNA BLATTA

Le blatte hanno il corpo appiattito, con un rivestimento (esoscheletro) coriaceo, di colore nero o marrone-rosso scuro, di dimensione variabile da poco più di 1cm a circa 3cm a seconda della specie. Si distinguono da altri insetti per le lunghe antenne filiformi e per le due caratteristiche “code” (cerci) che hanno la funzione di organi di senso. Alcune blatte sono dotate di ali, ma non sono buone volatrici. Sono invece buone arrampicatrici e possono spostarsi velocemente.

QUALI SONO ABITUDINI DELLE BLATTE

Le blatte sono animali notturni e prediligono gli ambienti umidi. Si nutrono di tutto, anche di rimasugli di cibo o di materiali in decomposizione. Di giorno si nascondono nelle crepe dei muri, sotto i battiscopa o in altri nascondigli, specie se umidi e vicini a fonti di calore (es. compressore del frigorifero, canali di passaggio per i tubi dell’acqua calda, ecc.). Possono infestare anche parti inaccessibili dei mobili, come sottolavelli, sottopiani cottura, anfratti e contropareti dei fornelli. Si possono trovare anche in cantine, fognature e discariche.

I segnali della loro presenza sono evidenti: insetti vivi/morti, frammenti, ooteche (le capsulo nelle quali depositano le uova) ed escrementi. Per difendersi dai predatori rilasciano un liquido odoroso dal caratteristico odore ripugnante; la loro presenza si può scoprire di notte, accendendo improvvisamente le luci.

COME PREVENIRE LE INFESTAZIONI

E’ necessaria e fondamentale un’attività ambientale preventiva, sia nel settore della distribuzione che in ambito domestico. Spesso le blatte entrano nelle case per problemi delle reti private e/o per condizioni igieniche carenti non riconducibili alle parti pubbliche.

COME EVITARE L’INVASIONE DELLE BLATTE

Mantenere i locali puliti e ordinati, aerandoli regolarmente. Scostare, negli ambienti a rischio, il mobilio ed i materiali dalle pareti (almeno 3-4 cm).
Effettuare una sigillatura ermetica nei muri attorno al passaggio delle canalizzazioni di tubi del gas, dell’acqua, degli scarichi e dell’impianto elettrico.
Verificare che i sifoni di scarico dei lavandini siano sempre pieni d’acqua; fare circolare di tanto in tanto l’acqua anche negli sfiatatoi dei lavelli.
Stuccare crepe e fessure di pavimenti, pareti e soffitti.
Controllare sacchi, sacchetti o cartoni di alimenti o verdura che possono essere stati conservati in magazzini infestati.  Non lasciare cibo o residui di cibi in contenitori aperti e non accumulare scorte alimentari sfuse o aperte nelle cantine e nei ripostigli.  Evitare l’accumulo e la dispersione nell’ambiente di rifiuti organici.

Nei condomini è meglio avvisare prontamente l’amministratore dello stabile in caso di infestazione del proprio appartamento, affinché faccia controllare gli altri appartamenti e le parti comuni. Nel corso dei lavori per l’allacciamento alla rete fognaria urbana, accertarsi che la fossa biologica usata in precedenza venga rimossa o riempita di terra e inertizzata.

Morsi ed invasione delle blatte in casa, quali sono i rischi per l’uomo

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.