Morsi ed invasione delle blatte in casa, quali sono i rischi per l'uomo
Foto di repertorio

Le blatte o scarafaggi sono insetti che in natura svolgono un ruolo importante. Nel tempo alcune specie di questo animale si sono adattate alla vita a contatto con l’uomo, nelle case e negli ambienti urbani. Gli scarafaggi si spostano facilmente da un edificio ad un altro, passando nelle case a partire dai canali di scarico, dai giardini, dalle reti fognarie o dalle abitazioni infestate.

Possono anche essere inconsapevolmente portati a casa propria nascosti in sacchi (es. patate) o cartoni provenienti da magazzini infestati. Nutrendosi anche di escrementi, possono trasportare e quindi propagare facilmente germi patogeni. Inoltre gli scarafaggi possono trasportare le uova di vari parassiti e possono determinare la comparsa di reazioni di tipo allergico, per contatto diretto o con i loro residui. Anche un uso improprio di insetticidi o di prodotti per il trattamento delle infestazioni da scarafaggi può comportare rischi per la salute umana.

Le blatte non sono in grado di pungere l’uomo poiché non possiedono alcun pungiglione. Benché siano dotate di apparato masticatore, solitamente non mordono l’uomo. Le blatte hanno un comportamento molto schivo e in presenza di esseri umani tendono a scappare e a nascondersi.

COME RICONOSCERE UNA BLATTA

Le blatte hanno il corpo appiattito, con un rivestimento (esoscheletro) coriaceo, di colore nero o marrone-rosso scuro. Hanno una dimensione variabile da poco più di 1cm a circa 3cm a seconda della specie. Si distinguono da altri insetti per le lunghe antenne filiformi e per le due caratteristiche “code” (cerci) che hanno la funzione di organi di senso. Alcune blatte sono dotate di ali, ma non sono buone volatrici. Sono invece buone arrampicatrici e possono spostarsi velocemente.

QUALI SONO ABITUDINI DELLE BLATTE

Le blatte sono animali notturni e prediligono gli ambienti umidi. Si nutrono di tutto, anche di rimasugli di cibo o di materiali in decomposizione. Di giorno si nascondono nelle crepe dei muri, sotto i battiscopa o in altri nascondigli. Specie se umidi e vicini a fonti di calore. Possono infestare anche parti inaccessibili dei mobili, come sottolavelli, sottopiani cottura, anfratti e contropareti dei fornelli. Si possono trovare anche in cantine, fognature e discariche.

I segnali della loro presenza sono evidenti: insetti vivi/morti, frammenti, ooteche (le capsulo nelle quali depositano le uova) ed escrementi. Per difendersi dai predatori rilasciano un liquido odoroso dal caratteristico odore ripugnante; la loro presenza si può scoprire di notte, accendendo improvvisamente le luci.

COME PREVENIRE LE INFESTAZIONI

E’ necessaria e fondamentale un’attività ambientale preventiva, sia nel settore della distribuzione che in ambito domestico. Spesso le blatte entrano nelle case per problemi delle reti private e/o per condizioni igieniche carenti non riconducibili alle parti pubbliche.

In estate tornano anche le blatte, i consigli per tenerle fuori casa

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.