Covid in Campania, scende ancora il numero dei contagi: il bollettino
Covid in Campania

Covid in Campania, aumentano i postivi ma la curva dei contagi resta stabile: il bollettino.

Aumentano i nuovi positivi ma resta stabile la curva dei contagi da Covid in Campania, ai minimi dall’esplosione della seconda ondata: oggi il virus fa registrare 110 positivi su 8.386 tamponi molecolari esaminati, 16 in più di ieri con 1.029 tamponi processati in più. In percentuale, significa che è positivo l’1,31% dei test, stabile rispetto a ieri quando l’indice di contagio era all’1,28%. Di tutti questi nuovi contagiati, 70 sono asintomatici e 40 presentano sintomi in un bollettino che però non tiene conto dei casi identificati con test antigenici rapidi.

​Complessivamente, sale a 7.397 il numero di vittime con i due decessi registrati ieri, anche se l’unità di crisi si affretta a precisare che «si tratta deceduti in precedenza». Ancora in calo i numeri dei ricoveri ospedalieri: 257 ricoverati con sintomi, 17 in meno di ieri, e 22 malati in terapia intensiva.

IL BOLLETTINO COVID IN CAMPANIA DI IERI 

È stato pubblicato dalla Regione Campania il bollettino con tutti gli aggiornamenti relativi ai contagi da Covid nella giornata di oggi, 22 giugno. Sono 94 i positivi del giorno su 7.357 tamponi effettuati. Si sono registrati, purtroppo, 5 decessi (*2 deceduti nelle ultime 48 ore, 3 deceduti in precedenza ma registrati ieri).

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656

occupati: 23

Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)

occupati: 274

Pericolo nuova ondata ad ottobre, De Luca accusa la movida ‘irresponsabile’

Vincenzo De Luca tornare a puntare il dito contro la movida nel caso in cui arrivi una nuova ondata di contagi covid ad ottobre. Concetto ribadito stamattina dal presidente della Regione Campania è intervenuto alla presentazione della terza edizione di Napoli città libro. “Qualcuno ha detto addirittura che senza la mascherina verranno turisti in allegria. A me pare il contrario: i turisti vengono quando sono sicuri che c’è una società responsabile, non scapigliata e perduta nella movida irresponsabile che ci porterebbe, e ci porterà se sarà irresponsabile, a un nuovo calvario nel mese di ottobre“, dichiara De Luca.

Ieri sera il ministro Roberto Speranza ha annunciato la fine dell’obbligo di mascherina all’aperto. La data indicata è stata il 28 giugno ma il Governatore ironizza sulla nuova disposizione: “La riapertura della nostra società non è impedita dall’uso responsabile della mascherina. Ho assistito in queste ore a un dibattito demenziale, è sembrato che abbandonare la mascherina fosse come completare lo sbarco in Normandia o conquistare la costituzione democratica. Un dibattito totalmente idiota. La mascherina serve a proteggere innanzitutto se stessi e le proprie famiglie“.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.