Messaggi in codice agli “ospiti dello Stato”, sequestrata tv nel Napoletano

Figura anche l’emittente Tele Video Napoli – che sul canale 59 UHF del digitale terrestre trasmetteva canzoni neomelodiche, ma anche messaggi in codice ai detenuti, definiti come «ospiti dello Stato» – tra le emittenti televisive sequestrate oggi dalla polizia postale e delle comunicazioni della Campania. Secondo quanto emerso dagli accertamenti, le emittenti irradiavano abusivamente il loro segnale. Le verifiche che hanno portato al sequestro sono state eseguite con l’ausilio di personale tecnico dell’ispettorato territoriale della Campania del ministero dello Sviluppo economico.

È stato, infatti, il personale del Mise a localizzare gli impianti abusivi in località Vesuvio, consentendo poi alla polizia postale di eseguire i sequestri eseguito su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli.