Coronavirus. Famiglia napoletana bloccata in Kenya: “Aiutateci a tornare, siamo stati abbandonati”

Una famiglia di Capri bloccata in Kenya dopo lo stop ai voli dovuto all’emergenza Covid-19, ha lanciato un appello ad amministratori e amici attraverso Facebook per chiedere aiuto per rientrare in Italia. La coppia di coniugi, Diana Santoro e Fabiano Gaeta, è nel paese africano da oltre tre mesi con i due figli di 5 anni e 19 mesi.

Insieme ad altri connazionali, sono bloccati in un resort chiuso e abbandonato dal personale da più di un mese. Hanno raccontato di non essere riusciti a imbarcarsi sull’ultimo volo per Roma organizzato dall’ambasciata italiana e decollato il 31 marzo da Nairobi per riportare in patria 170 italiani. E non hanno trovato posto neanche su un aereo partito per Francoforte a inizio aprile per il rientro di turisti tedeschi. “Siamo ancora qui, noi e altri 500 turisti italiani che sono nelle stesse condizioni – ha raccontato Diana nel video – Il villaggio è in stato di abbandono, scarseggiano viveri e medicinali e siamo alla mercé dei ladri”. Secondo la donna, alcuni dei connazionali hanno il visto di soggiorno scaduto o in scadenza. “Tanti italiani stanno tentando di collegarsi al sito dell’ufficio immigrazione di Nairobi per sbrigare le formalità ma non si riesce a fare la registrazione necessaria e l’ufficio è chiuso per il coronavirus. E’ per questo che ci rivolgiamo alla rete e lanciamo il nostro appello disperato: aiutateci a tornare a casa”.