Non rispettano il Dpcm e aprono comunque, chiusi 4 negozi cinesi a Pozzuoli

Immagine di repertorio

Non rispettano il Dpcm e restano aperti, chiusi 4 negozi cinesi a Pozzuoli. A comunicarlo, in un post pubblicato su Facebook, è stato il primo cittadino della città puteolana Vincenzo Figliolia. Oltre alla chiusura dell’attività per 5 giorni, ai titolari è stata anche comminata una multa di 400 euro.

Il post del primo cittadino 

“La nostra polizia municipale ha disposto questa mattina la chiusura per cinque giorni di quattro negozi cinesi attivi sul territorio cittadino per il mancato rispetto del Dpcm.

Oltre al provvedimento di sospensione dell’attività, ai titolari è stata comminata una sanzione amministrativa di 400 euro, secondo quanto prevede la normativa vigente. L’operazione degli agenti della polizia municipale, coordinati dal comandante Silvia Mignone, è stata compiuta in modo mirato dopo una serie di segnalazioni giunte al comando, che rilevavano in particolare il commercio di articoli non consentiti dal dpcm per le zone rosse. In uno di questi shop, gli agenti – che hanno verificato di persona, presentandosi in borghese, il mancato rispetto delle misure anti covid – hanno riscontrato anche la presenza di un numero di acquirenti superiore a quello consentito e assembramenti alla cassa.

L’attività di controllo della polizia municipale continuerà a largo raggio, nei prossimi giorni, sull’intero territorio cittadino”.