Donna accoltellata a Pozzuoli, preso dopo 20 ore l’ex: lui 30 anni, lei 49 e quell’amore al capolinea

donna accoltellata a pozzuoli

Preso dopo 20 ore

Donna accoltellata a Pozzuoli . Lui 30 annni, lei 49 e un amore finito: preso dopo 20 ore l’uomo che ha accoltellato l’ex. Gli agenti della Squadra Mobile e del commissariato di Pozzuoli hanno eseguito un fermo del PM nei confronti del presunto autore del tentato omicidio avvenuto la scorsa notte a Pozzuoli. Il fermato , Fabiano V., si era reso immediatamente irreperibile ed è stato rintracciato nella tarda serata.
Giovanna D.M. è la donna accoltellata a Pozzuoli ieri mattina, alle prime luci dell’alba, dall’ex compagno. . 30 anni lui, 49 lei. Un amore ormai giunto al capolinea. Lei è rimasta gravemente ferita e trasportata d’urgenza in ospedale. Operata d’urgenza per un delicato intervento chirurgico a cui i sanitari l’hanno sottoposta per salvarle la vita.

Donna accoltellata a Pozzuoli: le indagini

La Polizia di Stato sta ricostruendo l’esatta dinamica della lite e cercando di per fare luce sulla vicenda di Pozzuoli: l’uomo è attualmente ricercato, sarebbe fuggito dopo averle sferrato la coltellata, riducendola in fin di vita. Al momento nessuna ipotesi è esclusa, anche se la pista più battuta è quella della lite passionale. La donna accoltellata a Pozzuoli.

Calano del 33,5% le denunce di femminicidi durante il lockdown

Le denunce per maltrattamenti in famiglia sono diminuite del 43,6%, quelle per femminicidi del 33,5%, tra le quali risultano in calo dell’83,3% le denunce per omicidi femminili da parte del partner. “Per poter dare una lettura adeguata dei femminicidi sarà necessario un periodo di riferimento più lungo”. Lo comunica l’Istat in uno studio sulla Violenza di genere ai tempi del covid prendendo in esame le chiamate al numero antiviolenza 1522.
Durante il lockdown sono state 5.031 le telefonate valide al 1522, il numero anti violenza, il 73% in più sullo stesso periodo del 2019. Le vittime che hanno chiesto aiuto sono 2.013 (+59%). Tale incremento non è attribuibile necessariamente a maggiore violenza ma alle campagne di sensibilizzazione che hanno fatto sentire le donne meno sole. Lo comunica l’Istat.

Il termine femminicidio è un neologismo che identifica i casi di omicidio doloso o preterintenzionale in cui una donna viene uccisa per motivi basati sul genere[1]. Esso costituisce dunque un sottoinsieme della totalità dei casi di omicidio aventi un individuo di sesso femminile come vittima

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook