Va dal parrucchiere a Salerno e contrae il Covid, donna muore in casa

covid parrucchiere salerno
Immagine di repertorio

Donna positiva al Covid muore in casa, aveva contratto il virus dal parrucchiere a Salerno.

Aveva riscontrato sintomi riconducibili al Coronavirus e così, il 19 ottobre scorso, era stata ricoverata all’ospedale di Avezzano dove i medici dell’Annunziata di Sulmona le avevano diagnosticato una polmonite bilaterale e il tampone aveva confermato la sua positività. Grazia S., 82enne di Salerno ma domiciliata a Campo di Giove (Aquila), è morta ieri nella sua abitazione, dove si era trasferita da oltre un mese. La donna aveva importato il virus dalla Campania dopo essere stata da un parrucchiere a Salerno e dove, appunto, era stata tracciata. A stroncarla, riporta il Mattino, un attacco cardiaco, ma il suo decesso è considerato dall’Asl come caso di Covid, perché l’anziana era ancora positiva ed è probabile che il virus l’abbia debilitata fatalmente.

Donna positiva al Covid muore in casa, aveva contratto il virus dal parrucchiere a Salerno

I medici avevano dimesso Grazia dall’ospedale dopo appena due giorni, benché fosse ancora positiva. Le sue condizioni relativamente gravi infatti, con la necessità di posti letto e il fatto che comunque convivesse a Campo di Giove con il marito e il figlio, anche loro positivi, avevano fatto optare per rimandarla a casa. Ieri, però, dopo un malore il suo cuore purtroppo non ha retto. Quando è giunta l’ambulanza del 118 la donna era già morta.

Il Covid fa un’altra vittima a Secondigliano, lacrime per Cosimo Mugnano: era dipendemte Eav

Lacrime e dolore a Secondigliano per la tragica morte, avvenuta la scorsa notte, di Cosimo Mugnano. Il 57enne, dipendete dell’Eav, è deceduto a seguito delle complicanze dovute al Covid-19. Il virus, si è aggiunto a patologie pregresse dell’uomo, e se l’è portato via. “E la seconda ondata del Covid fa la prima vittima anche in Eav. Ciao Cosimo”, sono queste le parole di Umberto De Gregorio – presidente dell’Ente Autonomo Volturno srl.

La notizia della morte di Cosimo ha gettato nello sconforto l’intera comunità di Secondigliano, dove viveva. Una morte improvvisa che lasciato sgomenti amici e parenti. Le sue condizioni si sono aggravate in pochi giorni. Cosimo lavorava presso il deposito di Agnano, sulle linee flegree dell’ex Eavbus, che circolano tra Napoli, Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida.

Seguici Sui Nostri Canali Social

Rimani Aggiornato Sulle Notizie Di Oggi