fabrizio corona

Dopo più di 20 giorni «Fabrizio Corona ha sospeso lo sciopero della fame». È quanto ha riferito il suo storico legale Ivano Chiesa interpellato da TeleLombardia. Sarebbe stato proprio l’avvocato a convincerlo: «Sta psicologicamente molto male. Mentre da un punto di vista fisico finalmente mi ha ascoltato perché gli ho detto: Fabrizio ho bisogno di te, altrimenti in quelle condizioni fisiche lì non mi aiuti e invece dobbiamo continuare una battaglia giudiziaria, dobbiamo andare fino in fondo. E quindi mi ha ascoltato e ha ricominciato a mangiare qualcosa».

Nessun dettaglio sui primi pasti di Fabrizio Corona che fino a poche ore fa beveva solo qualche tazza di tè. Però, secondo Chiesa, la battaglia di Corona non è finita e smettere con lo sciopero della fame non è una resa. «Un uomo con questa determinazione non l’ho mai visto nella mia vita», ha infatti aggiunto.

Fabrizio Corona ha compiuto 47 anni il 30 marzo in una cella del carcere di Monza con la prospettiva di scontare circa tre anni di reclusione residua. «47 anni, 6 anni di galera, 1 di comunità. 12 anni di processi e 20 giorni di sciopero della fame. Quello che mi avete fatto è imperdonabile»: questa la frase choc sotto alla foto di Corona imbavagliata è sul suo profilo Instagram, gestito dai collaboratori.

Fabrizio Corona: trasferito in carcere a Monza

Fabrizio Corona è stato da poco portato nel carcere di Monza. L’ex re dei paparazzi ricoverato per una decina di giorni nel reparto di psichiatria dell’ospedale Niguarda di Milano. L’ex agente fotografico, infatti, si era ferito quando ha saputo che i giudici della Sorveglianza di Milano hanno revocato il differimento pena in detenzione domiciliare che gli era stato concesso nel dicembre 2019 per una patologia psichiatrica.

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.