Barca in fiamme a Castellammare, Giulia morta a 23 anni: 3 indagati per omicidio colposo
Barca in fiamme a Castellammare, Giulia morta a 23 anni: 3 indagati per omicidio colposo

Secondo i magistrati la morte di Giulia Maccaroni non è stata una tragedia inevitabile. Anzi, di quella morte dovranno rispondere, per il momento, 3 persone. drammatica notte tra sabato e domenica è morta mentre stava dormendo sulla barca a vela su cui lavorava come hostess. Qualcosa potrebbe aver innescato l’incendio a bordo, Giulia però non se n’è accorta e per circa trenta minuti ha respirato il fumo che, purtroppo, l’ha asfissiata.

Al momento l’attenzione degli inquirenti è principalmente sulle cause dell’incendio. Ad innescare il rogo potrebbe essere stato un malfunzionamento della strumentazione di bordo: proprio questo potrebbe aver causato un corto circuito. Stando inoltre ai primi riscontri, pare che la barca abbia continuato a eliminare l’acqua dai bocchettoni come se il motore fosse acceso e necessitasse di raffreddamento.

Tre avvisi di garanzia. Uno al comandante del “Morgane”, il veliero di 22 metri andato a fuoco, l’armatore proprietario dell’imbarcazione e il titolare della società che la noleggiava. L’accusa è quella di omicidio colposo. I risultati dell’autopsia e della perizia sull’imbarcazione potranno chiarire quanto gli investigatori hanno sospettato sin dal primo momento.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.