In giro senza mascherina, piovono le prime multe a Napoli

Sono oltre 500 le persone controllate in città durante un servizio di controllo del territorio svolto dai carabinieri del Comando Provinciale di Napoli. Multe a chi non indossava la mascherina. Particolare l’attenzione dedicata ai quartieri della movida cittadina e al rispetto delle ordinanze anti-contagio. Presidiati i quartieri del centro storico, Chiaia, Mergellina e quelli collinari di Posillipo e Vomero. Controlli anche ad Ischia, dove il maltempo non ha ancora del tutto disperso la folla di turisti che, durante i mesi estivi, ha inondato l’isola verde. Centinaia di persone identificate, circa 250 i veicoli controllati. Non sono mancate le violazioni al codice della strada. Numerose quelle per i centauri che nonostante la pioggia hanno sfidato l’asfalto senza la protezione del casco e dell’assicurazione. Alcuni senza mascherina. Nel quartiere Chiaia, i militari della compagnia Napoli Centro hanno sanzionato 4 persone in Piazza San Pasquale perché sprovviste della mascherina, da qualche giorno nuovamente obbligatoria per l’intera giornata.

In tanti beccati senza mascherina

Intensificati i controlli agli esercizi commerciali. 2 i lavoratori in nero individuati all’interno di uno chalet del lungomare Caracciolo: le sanzioni elevate superano i 10mila euro. Inoltrata la proposta di chiusura temporanea dell’attività. Locali pubblici controllati anche sull’isola d’Ischia. Un discobar della zona portuale sanzionato per violazione della normativa anti-contagio. Il titolare non aveva predisposto i controlli obbligatori necessari alla misurazione della temperatura corporea. All’interno del locale non rispettata anche la norma sul distanziamento dei clienti. Ancora nell’area del porto, un club è stato sanzionato con una multa di mille euro per non aver rispettato l’ordinanza comunale che impone l’interruzione della musica entro le 2 di notte.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.