Inchiesta Covid Center Campania, gli indagati salgono a 4

Ospedali covid in Campania, indagata dirigente. Sequestrati cellulare e pc. Pm ipotizzano reato turbativa asta. Tra questi c’è Roberta Santaniello, dirigente dell’ufficio di gabinetto della Giunta regionale della Campania. E’ indagata nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Napoli (pm Mariella Di Mauro, procuratore aggiunto Giuseppe Lucantonio) sulla realizzazione degli ospedali Covid in Campania (Napoli, Caserta e Salerno). Realizzati durante l’emergenza sanitaria innescata dal coronavirus. Lo rendono noto organi di stampa. Sequestrato il telefono cellulare e il computer della dirigente, contestato il reato di turbativa d’asta.

L’Inchiesta Covid Center Campania

Gli investigatori, dunque, stanno cercando di fare luce sulle gare della Soresa (la centrale per gli acquisti per enti sanitari, società partecipate, enti strumentali e altre PA della Regione Campania) nei giorni in cui la regione era alle prese con il cosiddetto “picco” della pandemia. Lo stesso reato viene contestato dagli inquirenti anche al dirigente dell’Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva, al consigliere regionale Luca Cascone e al presidente della Soresa, Claudio Cuccurullo. Il fascicolo ipotizza la turbativa d’asta e al centro dell’attenzione dei pm c’è il maxi appalto da 18 milioni per la realizzazione dei centri modulari. Già disposti una serie di sequestri e perquisizioni.

Coronavirus: Campania, quattro positivi su 826 tamponi

Quattro nuovi positivi su 826 tamponi eseguiti ieri: questo il dato giornaliero dell’Unità di crisi in Campania. Ieri si è registrata anche una vittima (totale complessivo 436) e ci sono state sette guarigioni, portando il totale a 4.187

 Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.