Lago Patria esondato, interviene la Protezione Civile regionale con le pompe idrovore

La situazione, dopo le abbondanti piogge dei giorni scorsi e lo straripamento del lago, è tutt’ora di grande criticità.
Alcuni immobili sulla circumlago sono allagati. Il lago è rientrato, ma i terreni sono ancora sommersi.
Stamattina sono intervenuti i tecnici comunali e la polizia municipale.
Il Sindaco sta per adottare Ordinanze per imporre a Città Metropolitana la messa in sicurezza della viabilità di competenza con il ripristino degli argini saltati e la realizzazione di guardrail. Con la chiusura del Ponte sulla foce del Lago, Via Spasaro Terra d’Attico è infatti divenuta un’arteria strategica che va assolutamente preservata e resa percorribile.
La Protezione Civile regionale sta inviando proprio personale e squadre di volontari con potenti idrovore per cercare di prosciugare alcune aree allagate.
Il Consorzio di Bonifica del Basso Volturno sta effettuando interventi sulle centrali idrovore di San Sossio e Lago Patria.