23.9 C
Napoli
venerdì, Ottobre 7, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Lavanderie ‘fuorilegge’ in provincia di Napoli, denunciati 4 imprenditori


Controlli nelle lavanderie in provincia di Napoli, scattano 4 denunce.  Nell’ambito dei controlli disposti dal Gruppo Carabinieri Forestale, i militari delle Stazioni forestali di Roccarainola e Marigliano hanno effettuato un’operazione a largo raggio nei comuni di Pomigliano D’Arco, Cicciano, Cimitile e Nola. Nella lente dei controlli le lavanderie “a secco” che, con il loro ciclo di lavorazione, producono rifiuti come i fanghi. Questi sono rifiuti speciali pericolosi e sono composti da solventi a base di percloroetilene (categoria di rischio xn, r40, cancerogeno e mutageno). I controlli erano volti anche ad appurare le corrette procedure inerenti il regime delle emissioni in atmosfera.

LE LAVANDERIE CONTROLLATE

Durante le operazioni 4 attività controllate non avevano l’autorizzazione alle emissioni in atmosfera. Una di queste mancava anche delle procedure relative allo smaltimento dei rifiuti pericolosi e non. I 4 macchinari adibiti alla pulizia a secco sono stati sequestrati mentre i 4 imprenditori sono stati denunciati a piede libero per “esercizio di uno stabilimento in assenza della prescritta autorizzazione”. Uno dei titolari risponderà anche di smaltimento illecito di rifiuti, sequestrato il deposito di rifiuti speciali.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

A Napoli il BioMAP, incontro tra i ricercatori da tutto il mondo sul monitoraggio ambientale

BioMAP – sta per “Biomonitoring of Atmospheric Pollution” ed è un'organizzazione scientifica internazionale che offre l’opportunità per uno scambio...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria