Meteo. Weekend di temporali e grandine da nord a sud: afa spazzata via. I DETTAGLI

Molti esulteranno, molti no, ma gli ultimi aggiornamenti meteorologici sono ormai unanimi e prevedono temperature in calo e improvvisi temporali che potranno svilupparsi in maniera improvvisa tra la pianura padana, la Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo, Sardegna, Puglia e Nord Sicilia.

Piogge e grandinate improvvise che abbasseranno anche le temperature e spazzeranno via l’afa che staziona sulla nostra penisola da oltre due mesi.

Come riporta Ilmeteo.it, sabato 24 agosto. Già in mattinata saranno possibili dei temporali, localmente intensi, sulla Pianura Padana (attenzione soprattutto a Veneto, mantovano e Romagna), poi nel pomeriggio/sera ne scoppieranno altri, improvvisi, su Alpi, Appennini (forti su quelli centro meridionali) Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo, Sardegna, Puglia settentrionale (intensi la sera) e nord Sicilia. Le temperature si manterranno di qualche grado al di sopra della media del periodo e non supereremo i 33°C, previsti per esempio a Firenze e a Napoli.
I mari saranno calmi o poco mossi ovunque, eccetto per l’Adriatico al mattino dalla Romagna al Salento. Nelle ore centrali il moto ondoso andrà ulteriormente attenuandosi, ma verso sera si rinforzerà sul litorale pugliese.

Domenica 25 avremo valori termici non troppo elevati e solo leggermente al di sopra di quanto atteso per la fine di agosto. Il maggior soleggiamento e la mancanza di fenomeni favorirà peraltro in alcune aree una risalita dei termometri, come in Campania e in Puglia, dove si potranno toccare i 34/35°C.
In mattinata non vi saranno piogge, poi nelle ore più calde si ripresenteranno manifestazioni temporalesche a rapida formazione, anche forti e con pericolo di grandine: a rischio le stesse aree di sabato, ovvero Alpi, Appennini, Toscana, Umbria, Lazio, Sardegna, nonché i settori settentrionali di Puglia e Sicilia.
La situazione mari sarà tranquilla, eccetto per l’Adriatico al mattino, specie sulla costa romagnola, tuttavia già nelle ore più calde il moto ondoso andrà attenuandosi. Sui litorali salentini invece le acque risulteranno mosse per tutto il giorno.