Gabriel Garko e il papà Claudio Oliviero
Gabriel Garko e il papà Claudio Oliviero

Grave lutto per Gabriel Garko, si è spento il padre Claudio Oliviero. A dare il triste annuncio è stato lo stesso attore italiano con un post pubblicato su Instagram: “Ciao papà… Fai buon viaggio!”.

Gabriel Garko, il post per ricordare il padre: “Fai buon viaggio”

Già nel recente passato Gabriel Garko aveva parlato dei problemi di salute di papà Claudio Oliviero, pasticciere per una vita intera. Nel triste giorno della sua morte ha voluto ricordarlo con un post su Instagram. Dal suo account ha condiviso uno scatto del padre da giovane, seguito dalla didascalia: “Ciao papa’… fai buon viaggio..❤️❤️❤️”.

Numerosi i messaggi di condoglianze da parte degli amici Vip. Nella bacheca non manca l’intervento di Eva Grimaldi, che scrive: “Nooo Gabriel avevi bisogno di un buon angelo, ora ce l’hai non dimenticarlo mai ❤”, e quello di Rosalinda Cannavò: “Un abbraccio fortissimo, mi dispiace tanto! Ti voglio bene”. All’appello hanno risposto anche Asia Argento, Gabriele Rossi, Marca Carta e naturalmente i numerosi follower dell’attore sul social.

”Il cash prima del contratto!”, intercettazione tra la ‘dama bianca’ e Gabriel Garko [ARTICOLO 8 APRILE 2021]

”Il denaro viene autoriciclato dalla Max Petroli reinvestendolo nell’attività imprenditoriale dell’arruolamento a fini pubblicitari del testimonial Gabriel Garko per il nuovo spot della ‘Made Petrol”’. E’ il particolare contenuto nell’ordinanza firmata dal gip Tamara De Amicis che ha portato a 23 misure cautelari, di cui 10 in carcere e 13 ai domiciliari nell’ambito del filone romano dell’operazione ‘Petrol-Mafie Spa‘ coordinata dalle Dda di Roma, Napoli, Catanzaro e Reggio Calabria.

Tra le persone finite in carcere c’è anche l’imprenditrice e cantante Anna Bettozzi, in arte Ana Betz, vedova del petroliere Sergio Di Cesare. ”Dall’ascolto delle conversazioni telefoniche e ambientali emerge infatti la stipula di un contratto – si legge nell’ordinanza – per la realizzazione di uno spot pubblicitario tra Anna Bettozzi e l’attore Garko in cui parte del corrispettivo pattuito, pari a 150mila euro è stato versato in denaro contante.

L’attore, intercettato in una conversazione, si lamenta della parziale difformità tra gli importi concordati come fatturabili in chiaro rispetto al quantum da corrispondere in nero. Le parti concertano come dovrà avvenire la corresponsione del compenso pattuito pari a 250mila euro: 50mila euro già versati (…”50 te li ho già dati e rimangono 200…”); 100mila in contanti prima del contratto (”il cash prima del contratto!”); 100mila euro all’atto della stipula del contratto (”100 in nero e 100 fatturato…sul contratto va messo solo il fatturato!”)”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.