Quattro rapine in due giorni tra Giugliano e Qualiano: arresto bis per Palma e Frascogna
Quattro rapine in due giorni tra Giugliano e Qualiano: arresto bis per Palma e Frascogna

I carabinieri della Stazione di Qualiano – nell’ambito di una indagine coordinata dalla Procura di Napoli Nord – hanno arrestato Tommaso Frascogna, 36enne di Giugliano e Gennaro Palma, 44enne di Villaricca, in esecuzione di una ordinanza  di applicazione di misura cautelare in carcere.

I 2 erano già stati arrestati il 25 febbraio scorso per 2 rapine a distributori di benzina. Le indagini dei Carabinieri hanno permesso di raccogliere plurimi elementi indiziari a carico dei 2 in ordine ad altre due rapine commesse il 24 febbraio scorso. Una rapina fu commessa ai danni di un hotel di Qualiano dove avevano preso dal portiere la somma di 50 euro mentre la seconda ai danni del titolare di un distributore di Castel Volturno. In quel caso, simulando di possedere un’arma, avevano preso la somma di 280 euro.

Gli arrestati permangono ristretti a Poggioreale in attesa di giudizio.

Vanno a giocare alle slot dopo le rapine: Frascogna e Palma incastrati dalla Fiat 500 (precedente arresto)  

I due uomini si sono resi responsabili di due rapine. I raid consumati nella mattinata di ieri, ai danni di altrettanti distributori di carburanti situati nei comuni di Villaricca e Qualiano.  Rapine compiute simulando il possesso di un’arma, che in realtà non avevano, e facendosi consegnare dagli addetti alle colonnine complessivi 800 euro circa ed un telefono cellulare I-Phone 6.

PARTITA ALLE MACCHINETTE DOPO LE RAPINE

I militari, grazie ad una immediata ed articolata attività info-investigativa, riuscivano ad individuare l’autovettura usata per le rapina. Si tratta di una Fiat 500 Abarth di colore nero, con targa contraffatta. Vettura utilizzata dai rapinatori nel corso dei due eventi delittuosi, che, poco dopo, veniva rintracciata parcheggiata antistante un bar di Villaricca.

I due soggetti immediatamente bloccati mentre stavano giocando alle macchinette elettroniche. Recuperata parte della refurtiva e riconsegnata agli aventi diritto.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.