Raffaele morto dopo l’operazione allo stomaco, concluse le indagini a Napoli

Lo scorso aprile Raffaele Arcella è morto al Secondo Policlinico di Napoli, dopo essere stato lì trasferito d’urgenza. Il giovane 29enne originario di Caivano e residente a Crispano si era sottoposto ad un intervento di bypass gastrico in una nota clinica ad Ottaviano. Il giorno dopo si sarebbero verificati complicanze come febbre e difficoltà respiratorie.

Si sono concluse le indagini preliminari sul decesso di Raffaele Arcella, ragazzo di 29 anni morto dopo un intervento eseguito alla clinica Trusso di Ottaviano. Durante l’intervento sarebbe stata lesionata l’arteria dello stomaco che così fu trasferito in condizioni critiche al Policlinico di Napoli, dove è purtroppo deceduto.

“A quasi un anno da quel tragico giorno si è finalmente giunti ad una svolta, il Pubblico Ministero Patrizia Mucciacito, ha inviato la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari ai medici della Trusso che operarono Raffaele. Ora attendiamo il processo sperando che sia fatta giustizia” ha detto papà Antonio e del suo rappresentate legale Fernando Maria Pellino.

LE PAROLE DELLA MOGLIE

“Voleva dimagrire per il battesimo di nostro figlio” parla la moglie di Raffaele