Smantellato il cartello della droga della camorra, arrestato il boss Michele ‘o pazz’

camorra arrestato boss michele pazz
Il boss Michele Senese detto Michele 'o Pazzo

Smantellato il cartello della droga della camorra, arrestato il boss Michele ‘o pazz. Stamane all’alba, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, nel Lazio, in Campania e in Veneto, stanno dando esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare. Provvedimento emesso dal G.I.P. presso il Tribunale di Roma, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia. Quindi arrestate 28 persone ritenute appartenenti ad un’organizzazione. Dunque i reati contestati sono traffico di sostanze stupefacenti e, a vario titolo, di estorsione, detenzione e porto illegale di armi, lesioni personali gravissime, tentato omicidio, trasferimento fraudolento di valori, reati. La maggior parte aggravati dal metodo mafioso.

IL BOSS MICHELE SENESE, DETTO ‘O PAZZ

Il provvedimento trae origine dall’indagine condotta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma che ha consentito di ricostruire l’operatività, in Roma, di un cartello della droga. Il capo era Michele Senese, anch’egli destinatario della misura cautelare, sotto la cui egida operavano distinti gruppi dediti al traffico di sostanze stupefacenti. Quindi individuati gli assetti verticistici, i sodali e i pusher. In seno a uno di questi gruppi operava anche Fabrizio Piscitelli, ucciso in un agguato a Roma il 7 agosto del 2019.

LA STORIA DI MICHELE ‘O PAZZ

Il gruppo Senese, di origini napoletane, è storicamente legato al clan Moccia di Afragola. Però si è insediato a Roma dagli anni ’80. Negli anni si afferma tra le più influenti realtà criminali capitoline, principalmente coinvolta dalla gestione delle piazze di spaccio di droga al riciclaggio.

Quest’organizzazione ha aumentato, quindi, il potere criminale ed economico, agevolando la persistenza e la pervasività dell’associazione mafiosa. Così la famiglia Senese ha costituito un sistema criminale organico, strutturato e collaudato. Anche durante il periodo di detenzione Michele Senese continuava a gestire le attività illecite della famiglia.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.