Suicidio a Ponticelli, uomo si toglie la vita con strofinacci da cucina

suicidio a Ponticelli
I carabinieri non hanno avuto dubbi

Suicidio a Ponticelli. Si è impiccato con uno strofinacci e quando i soccorritori sono arrivati per lui non c’era più nulla da fare. Aveva poco più di 60 anni e da un bel po’ viveva in un monolocale in via Carlo Miranda a Ponticelli.

Suicidio a Ponticelli, l’uomo era in cura al centro di Igiene Mentale

Secondo quanto riportato da Il Mattino, l’uomo, separato e padre di famiglia, era seguito dal centro di Igiene Mentale dell’Asl Napoli 1. Sul posto sono prontamente intervenuti i carabinieri, che, ricostruendo la dinamica dei fatti, hanno accertato che si è trattato di suicidio, l’ennesimo in questa prima metà del 2020.

Impennata di suicidi con da marzo ad oggi

Il suicidio a Ponticelli non è certo l’unico in questo periodo particolare in cui il nostro Paese ha convissuto con il Coronavirus. «Stiamo registrando tantissimi casi di suicidio in questo periodo – ha detto il presidente dell’Osservatorio violenza e suicidio Stefano Callipo – Un picco che reputiamo importante, legato alle difficoltà economiche di questo periodo e che non riguarda solo gli imprenditori ma anche le singole famiglie. Purtroppo prevedo che questo picco tenderà ancora ad aumentare».

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK